Tutto pronto per il Festival del Giornalismo Internazionale 2014

Tutto pronto per il Festival del Giornalismo Internazionale 2014

Dal 30 Aprile al 4 Maggio 2014 si svolgerà a Perugia l’ottava edizione del Festival Internazionale del Giornalismo.

festival internazionale del giornalismo 2014

“Stay fast, stay fit with #ijf14″, è lo slogan scelto dagli organizzatori Arianna Ciccone e Chris Potter, per sottolineare il continuo e rapido cambiamento della professione giornalistica. Si parte con un’anteprima a Roma il 28 Aprile all’Auditorium Parco della Musica: all’incontro “War on journalism. Lo scontro media e potere” con Alan Rusbridger, direttore del Guardian, e Ezio Mauro, direttore di Repubblica.

Tra i temi su cui la community del Festival si confronterà, sia a Roma che a Perugia, rientrano l’avventura del crowdfunding, la ricerca di nuovi modelli di business, il futuro dei media in Africa, l`effetto delle rivelazioni di Edward Snowden sul giornalismo, lo stato dei media indipendenti in Russia; la Siria, la guerra, i media e le verità, l`approssimarsi dell`era all-digital, il giornalismo economico-finanzario in Sud America, le donne nei media, la giornata mondiale della libertà di stampa: esperienze a confronto, nuove metriche per la valutazione delle performance online, hate speech e libertà di espressione, i commenti online e l`anonimato, il dominio della comunicazione politica sulla narrazione giornalistica.

La nuova formula di business model (crowdfunding + corporate sponsorship) ha permesso ancora una volta la realizzazione di quello che viene considerato ormai tra i più importanti media event nel panorama europeo: oltre 500 speaker da tutto il mondo, più di 200 eventi, tutto rigorosamente a ingresso libero inclusi di workshop formativi.

Come da tradizione, sono diverse le star del giornalismo internazionale, da Jeff Jarvis della J-School City University of New York a Margaret Sullivan, Public editor del New York Times, da Richard Gingras, direttore news & social products di Google, a Wolfgang Blau, direttore digital strategy del Guardian.

A discutere di politica, di immigrazione e accoglienza, d`Europa, di lobby e trasparenza, di donne e potere e molto altro, ci saranno tra gli altri: Cécile Kyenge l`ex ministra per l’Integrazione, Luigi Di Maio deputato del Movimento 5 Stelle, Andrea Orlando ministro della Giustizia del Governo Renzi e il presidente della Camera dei deputati Laura Boldrini.

In programma incontri con esperti di data journalism come Simon Rogers (Twitter) e Aron Pilhofer (New York Times), e presentazioni di start-up e fenomeni editoriali come Storyful, acquisita da News Corp di Rupert Murdoch per 18 milioni di euro; Liquid News Room, applicazione che rivoluziona il modo di usufruire delle notizie, il blog di Brown Moses, diventato un punto di riferimento per le notizie sulle armi usate nel conflitto siriano, o De Correspondent, il giornale olandese nato grazie al contributo di una stupefacente campagna di crowdfunding.

La Online News Association, una delle più importanti associazioni di giornalisti digitali, è pronta a lanciare al Festival Internazionale del Giornalismo la seconda parte della sua “Iniziativa deontologica” (Ethics Initiative): una cassetta degli attrezzi per costruire “codici etici fai-da-te”.

In agenda anche le tradizionali serate teatrali: Gian Antonio Stella e Don Ciotti, poi ‘Gazebo Live’ con Zoro e Makkox e ‘Racconti di mafia’ con Lirio Abbate e Pif. Diverse le presentazioni di libri, tra cui quelli di Luigi Zingales, Marco Travaglio, Paolo Mieli, Corrado Augias, Alan Friedman, Mario Calabresi e Corrado Formigli. E poi moltissimi gli appuntamenti tra incontri-dibattito, interviste, premiazioni, presentazioni di libri, case history, start-up e nuove realtà e tendenze editoriali.

https://noigiovani.it

Lascia un commento