L’intuito è donna, lo conferma la genetica

L’intuito è donna, lo conferma la genetica

“L’intuizione di una donna è molto più vicina alla verità della certezza di un uomo”, affermava Rudyard Kipling. E, a quanto pare, le parole pronunciate dallo scrittore britannico, oggi hanno veri e propri fondamenti scientifici.

l'intuito è donna

Una recente ricerca ha, infatti, dimostrato che il cervello femminile è influenzato - a favore dell’intuito – sin nel grembo materno perché esposto a scarse quantità di testosterone, l’ormone maschile, che invece ‘instilla’ razionalità e capacità riflessive.

Ebbene, quella dote senza eguali che aiuta la donna a captare segnali, comprendere al volo situazioni, permettendole di districarsi in situazioni difficili senza la necessità di ricorrere al pensiero riflessivo e razionale, si sviluppa sin dalla vita intrauterina.

La scoperta è di uno studio coordinato da Antonio Manuel Espin e condotto dall’Università di Granada, l’Università di Barcellona Pompeu Fabra e la Middlesex University di Londra, i cui risultati sono apparsi sulla rivista Psychoneuroendocrinology.

Gli studiosi hanno voluto sondare quella ‘marcia in più’ delle donne, che permette loro di capire al volo una situazione e fare la scelta giusta, lasciandosi guidare da processi mentali inconsci che corrono su binari paralleli a quelli del pensiero riflessivo.

Gli esperti hanno misurato l’intuito di 600 persone con test psicologici ad hoc e poi hanno stimato la quantità di testosterone cui ciascuno era stato esposto in utero. Si risale alle quantità intrauterine di testosterone di un individuo con una misura precisa: si calcola il rapporto tra la lunghezza del suo dito indice e dell’anulare. Minore è questo rapporto, maggiore è stato l’influsso del testosterone intrauterino.

Le donne risultano sempre più intuitive degli uomini e che il loro intuito è tanto maggiore quanto minore è stata l’influenza del testosterone nella vita intrauterina.

https://noigiovani.it

Lascia un commento