Giovani e lavoro: quali sono i mestieri che ti cercano?

Giovani e lavoro: quali sono i mestieri che ti cercano?

Assunzioni degli under 30 in crescita. Almeno secondo il rapporto Excelsior – Unioncamere riguardante l’ultimo trimestre. E anche se, nel periodo in cui stiamo vivendo, potrebbe sembrare un miracolo, si tratta in realtà di un effetto del modificarsi continuo delle caratteristiche ed esigenze della domanda di lavoro.

giovani e lavoro

I risultati dell’indagine, infatti, evidenziano come i destinatari preferiti di alcune tipologie di professioni sono proprio i giovani. Soprattutto nei settori della ristorazione, del turismo e delle vendite, i quali nell’ultimo periodo hanno dato occupazione a più giovani. È pur vero, però, che le aziende in questione preferiscono i ragazzi principalmente per i lavori stagionali.

Ma quali sono i mestieri che cercano giovani?

Ai primi posti c’è il comparto turistico – alberghiero con circa l’82% delle assunzioni giovanili. Cuochi, camerieri, addetti all’accoglienza, alle pulizie e alle vendite, sono molto richiesti. In particolare, quello dello Chef è un mestiere che trova sempre più largo consenso tra le giovani generazioni e non è un caso. Infatti, si tratta di un impiego che non passa mai di moda nel panorama professionale. Ed è proprio questo il periodo in cui moltissimi giovani sono impiegati all’interno di hotel, bar e stabilimenti balneari, reclutati a inizio estate per la stagione turistica.

A seguire, le figure di commessi e altro personale qualificato in negozi ed esercizi all’ingrosso. È molto diffuso, tra gli under 30, anche il settore finanziario – assicurativo assorbendo circa il 49% del totale delle assunzioni giovanili.

Tra le prime dieci professioni della classifica stilata da Excelsior – Unioncamere, si collocano anche le figure personale di segreteria e servizi generali, addetti alla pulizia (non qualificati), tecnici del marketing, vendite e distribuzione commerciale.

I lavori di impianto tecnico, come quelli di manutenzione e riparazione all’interno di industrie metallurgiche, rientrano tra quelli che assumono più ragazzi. Lo testimoniano i dati dell’ultimo trimestre che hanno registrato una buona domanda di lavoro proprio per la figura dell’operaio metalmeccanico o impegnato nelle attività elettromeccaniche.

In generale, è stata riscontrata una sostanziale omogeneità per l’innalzamento delle assunzioni giovanili a livello territoriale. La crescita più alta di domanda è stata rilevata al Centro con il 31,8%, seguito dal Nord – Ovest con il 30,6%. Poco più basse della media, invece, le assunzioni nel Meridione, con il 27,9%, e nell’Italia nord-orientale con il 29%.

E nonostante si tratti di settori che poco hanno a che fare con la maggior parte dei percorsi di studio intrapresi dai giovani italiani, ciò che conta è l’aumento della domanda di lavoro e delle assunzioni da Nord a Sud. Una piccola speranza d’uscita dal buco nero in cui versa il Paese.

https://noigiovani.it

Lascia un commento