Elsa Morante rivive la spensieratezza dell’età infantile con la raccolta “Aneddoti Infantili”

Elsa Morante rivive la spensieratezza dell’età infantile con la raccolta “Aneddoti Infantili”

“A sette anni ero già una grande peccatrice. Al mio primo esame di coscienza, scopersi di avere tutti i peccati mortali, ad esclusione di uno di cui non sapevo il significato. Una del ginnasio mi spiegò che voleva dire “amore smodato al lusso” ed io con un brivido mi accorsi di avere anche quello.”

Elsa Morante - Aneddoti Infantili

Quindici racconti, che ripercorrono il rapporto con i fratelli, gli insegnanti e i primi amori. Quindici racconti, di cui due mai pubblicati in volume, che racchiudono il tempo esuberante delle schermaglie infantili di una vitale ed effervescente Elsa Morante, la quale intinge nella memoria e nelle proprie radici la penna per poter dare vita nuova agli “Aneddoti Infantili” (Einaudi Editore).

Aneddoti Infantili - Elsa Morante

La poetessa e scrittrice romana, considerata tra le maggiori esponenti intellettuali italiane, rivive, attraverso i suoi racconti, i momenti più intensi dell’età infantile: dal tempo passato coi fratelli, alle marachelle giovanili fino ad approdare ai primi amori, in uno dei quali, accecata dall’amore per Lindbergh l’aviatore, si spinge in lettere passionali, firmandosi Velivola.

Dalla raccolta di racconti, emerge un Elsa Morante nella quale domina, come afferma Cesare Garbioli, “il sorriso, la civetteria, la capacità di giocare e di mantenersi, nel gioco, intelligenti e innocenti”. Un lato nuovo della straordinaria scrittrice italiana, scomparsa circa 30 anni fa, in un’opera interamente dedicata al periodo spensierato legato al sempreverde mondo infantile.

https://noigiovani.it

Lascia un commento