Debutta in Italia Spotify, lo streaming legale della musica

Debutta in Italia Spotify, lo streaming legale della musica

Arriva in Italia Spotify, il servizio musicale on demand che offre lo streaming di brani di varie case discografiche ed etichette indipendenti, attraverso cellulari, tablet, computer e lettori mp3, gratuitamente e legalmente.

Spotify è attualmente fruibile attraverso Microsoft Windows, Mac OS X, Linux, Telia Digital-tv e i dispositivi mobili equipaggiati con iOS (iPod/iPhone/iPad), Android, BlackBerry (in versione beta limitata), Windows Mobile, Windows Phone, S60 (Symbian), webOS, Squeezebox, Boxee, Sonos, WD TV e MeeGo.

La musica può essere visualizzata per artista, album, etichetta, genere o playlist, ma solo dopo essersi iscritti su www.spotify.com, dopo aver scelto un abbonamento e scaricato/installato un software.

Tre gli abbonamenti disponibili:
- account gratuito, consente di ascoltare musica senza limiti con inserti pubblicitari per sei mesi, decorsi i quali si avranno a disposizione 10 ore al mese di ascolto gratuito;
- account Unlimited, offre musica illimitata, senza interruzioni pubblicitarie a 4.99 € al mese;
- account Premium, consente di ascoltare musica illimitata, con una migliore qualità audio, da PC, smartphone e tablet per 9.99 € al mese.

Ovviamente, tra queste tre possibilità di uso la più limitata è quella free e quindi per avere a portata di cellulare il vasto catalogo musicale bisognerà sborsare 10 euro al mese.  Ma, come ogni servizio che si “rispetti”, Spotify permette di condividere i brani in riproduzione con i nostri amici utilizzando la rubrica contatti, il nostro profilo Facebook o Twitter, le mail o gli SMS. Il potere dell’integrazione.

E ancora, Veronica Diquattro, la responsabile per il mercato italiano dell’azienda, spiega che tra le novità che lanceranno in Italia da Marzo c’è “la funzione ‘follow’ dove non solo si ha la possibilità di vedere il profilo di un artista, la sua discografia, ma anche di poter seguire artisti e celebrities e vedere la musica che ascoltano davvero nella loro vita quotidiana, stabilendo un livello diverso di rapporto con loro”. Sempre più integrati anche con i vip.

E non a caso il servizio debutta lo stesso giorno di inizio del Festival di Sanremo e si è deciso di mettere a disposizione sulla piattaforma contenuti in esclusiva streaming per alcuni degli artisti che prendono parte alla kermesse. Tra questi Chiara, Max Gazzè, Marta sui Tubi, Il Cile e Annalisa, Elio e le Storie Tese, Simone Cristicchi, Marco Mengoni, Almamegretta e altri ancora.

In ultimo non poteva mancare il commento del direttore generale della Siae, Gaetano Blandini che esprime, si legge in una nota stampa della società, “grande soddisfazione per questo lancio che allarga e diversifica la gamma dell’offerta musicale legale”. “Spotify, nelle versioni in abbonamento o gratuito con pubblicità è un servizio musicale leader in Europa ed ha fatto molto per avvicinare gli artisti al loro pubblico. Servizi come Spotify, che rendono disponibile la musica in ogni situazione, con semplicità di accesso e di uso, sono il migliore antidoto alla pirateria – sottolinea la Siae – che purtroppo continua a costituire, nel nostro Paese, una seria minaccia per il mondo della musica”.

https://noigiovani.it

Lascia un commento