Cambio delle gomme dello scooter: come e quando farlo

Cambio delle gomme dello scooter: come e quando farlo

L’inizio dell’estate per molti coincide con la libertà di utilizzare finalmente lo scooter per spostarsi sia in città che fuori, approfittando del bel tempo e del clima caldo che, durante la bella stagione, permette di godersi appieno il piacere delle due ruote.

Se siete tra coloro che non girano in scooter tutto l’anno, ma preferiscono utilizzarlo solto durante la primavera e l’estate, è importante ricordare di prestare molta attenzione alle gomme soprattutto quando lo scooter è rimasto fermo per molti mesi, facendo controllare gli pneumatici da un gommista per assicurarsi che non abbiano segni di deformazioni varie e che quindi siano ancora sicuri da utilizzare.

Uno pneumatico fermo da troppo tempo, sotto il peso dello scooter tende infatti a deformarsi leggermente e, non appena si torna a usarlo nuovamente, potrebbe compromettere la stabilità del mezzo, oltre che dare segni di deterioramenti o cedimenti della su struttura. In tal caso un cambio degli pneumatici, magari approfittando di qualche offerta online come quelle proposte da Gomme Planet o siti similari.

A parte queste situazioni particolari, come la nuova messa su strada di uno scooter dopo mesi di inutilizzo, è sempre fondamentale avere cura degli pneumatici ed effettuare i necessari cambi gomme alle scadenze prefissate, o comunque non appena gli pneumatici non sono più in grado di svolgere la meglio la loro importantissima funzione, dato che rappresentano l’unico punto di contatto con il suolo, quei pochi centimetri quadrati che garantiscono aderenza ed equilibrio.

Quando vanno cambiate le gomme dello scooter

La domanda che gli amanti delle due ruote continuano a farsi e che più di altre sembra necessitare di una risposta precisa è proprio quella relativa a quando fare il cambio gomme di scooter e ciclomotori.

Innanzitutto, bisogna considerare ciò che prescrive il Codice della Strada che, per i motoveicoli e ciclomotori prevede che gli pneumatici abbiano una scolpitura minima di 1,00 mm, limite oltre il quale è proibito circolare e per cui si può essere multati fino a 135,00 € con il fermo del veicolo.

Tuttavia, anche se la scolpitura degli pneumatici dovesse rispettare i limiti imposti dal Codice della Strada, uno pneumatico troppo vecchio o diversamente deteriorato rappresenta un pericolo per la sicurezza, tanto che spesso si consiglia di cambiare le gomme ogni 6000 km percorsi, anche se la strada percorsa non è l’unico fattore da pendere in considerazione.

Come detto anche l’età degli penumatici è importante perché, anche nel caso abbiano percorso pochi chilometri, con il passare degli anni tendono a indurirsi generando fessure e spaccature nella gomma, deterioramenti che minano il loro funzionamento.

Il consiglio da seguire è in ogni caso, quello di prendere in considerazione tutti questi parametri, tenendo sempre sotto controllo l’efficienza delle gomme, valutando attentamente il loro aspetto e sostituendole sia quando si è raggiunto il limite di chilometri raccomandato, sia quando si nota eccessiva usura degli stessi pneumatici, anche perché i rischi sono davvero tanti:

  • maggior rischio di forature (una gomma usurata si danneggia più facilmente e ha più probabilità di forarsi);
  • abbassamento delle prestazioni dello scooter;
  • allungamento pericoloso dei tempi di frenata;
  • diminuzione dell’aderenza, soprattutto in curva, con maggior rischio di cadute che possono portare a conseguenze anche gravi.
https://noigiovani.it

Lascia un commento