Andato bene il rientro sulla terra di Samantha Cristoforetti

Andato bene il rientro sulla terra di Samantha Cristoforetti

cristoforettiTornare sulla terra dove vige la legge della gravità, dopo 200 giorni trascorsi a gravitare nell’orbita spaziale, sarà certamente stato un impatto forte. Le procedure che hanno tirato fuori la Cristoforetti dalla navetta spaziale sono state delicate, ora le aspetta la riabilitazione in Texas. Il primo giorno sulla Terra di Samantha Cristoforetti è trascorso veloce, fra analisi, test e un lunghissimo volo che dal Kazakhstan, dove ieri pomeriggio è atterrata la Soyuz, la porta negli Stati Uniti, nel Johnson Space Center della Nasa a Houston. Da quanto si apprende l’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) sta bene ed è già in piena attività per quanto riguarda i test previsti nel piano di attività della sua missione, Futura, la seconda missione di lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi). Dopo i primi test e una breve cerimonia di benvenuto, Anche il presidente mattarella ha porto i suoi saluti, Sam ha lasciato ieri il Kazakhstan e dopo un volo di sei ore e mezzo ha fatto scalo in Scozia, nell’aeroporto di Prestwick. Quindi è ripartita alla volta degli Stati Uniti, con un volo di quasi sei ore che ha fatto scalo nel Maine, nell’aeroporto di Bangor, e quindi è ripartita alla volta del Texas. Ritardi e ore di viaggio, a quanto pare è stato più veloce il volo di ritorno, che quello da una parte all’ altra del mondo. L’ Italia la attende e presto metterà i piedi anche nella sua “terra” .

https://noigiovani.it

Lascia un commento