Tendenze autunno – inverno 2013/2014: ritorna la moda animalier

Tendenze autunno – inverno 2013/2014: ritorna la moda animalier

L’animalier è ormai un must timeless chic per uno stile sauvage a tutta tendenza. Una sorta di nuovo nero, una moda che, in realtà, non è mai passata e che caratterizza le vetrine della stagione appena iniziata. Stampe chiazzate e fantasie maculate continuano a essere protagoniste anche delle collezioni autunno – inverno 2013/14 e sfilano selvagge sulle passerelle delle capitali della moda.

Moda Animalier

Gli stilisti e le gradi griffe devono aver colto l’apparente fragilità delle donne vittime degli stalkers, quando hanno deciso all’unanimità di riproporre per l’inverno il tema del maculato con tale intensità.

E allora vai con spolverini e cappotti zebrati, borse, giacche e gonne leopardate, sandali, tronchetti, stivali e snickers a macchie ghepardo, abiti da sera a disegni manto di tigre: un’ondata di stampati animalier ha invaso il guardaroba delle dolci donzelle, quasi a voler concretizzare il lato forte e aggressivo occultato da fragili figure docili e sinuose.

A dire il vero, però, l’ animalier è sempre ricomparso nelle collezioni di alcuni stilisti che ne hanno fatto i loro evergreen: come Dolce & Gabbana, che stavolta giocano con il pattern a macchie leopardo in un’intera linea di borse, realizzate in tessuto plastificato e pelle o in prezioso cavallino. Le stesse macchie vengono impresse nell’abito da sera di sartoria, in chiffon, con gonna larga e maniche al gomito, corpetto accollatissimo, eppure davvero sensuale. Casadei utilizza fantasie animalier in bianco e nero, stampate su cavallino, per tutto il settore scarpe, ciabatte comprese. Ermanno Scervino lo mette su eleganti cappotti e borse in cavallino maculato.

Maculato anche nella haute couture di Jean Paul Gaultier, un classico per l’ex enfant prodige francese, che ama la donna un po’ cartone e un po’ circense: donne-giaguaro, grandi chignon, calze leopardate. Nella sua linea giovane Just Cavalli, Roberto Cavalli ha ripensato agli anni ’60 e ’70, al vinile, alle minigonne, ai vestiti dalla linea ad ‘A’, a cui ha aggiunto il suo iconico tema dello stampato animalier, rivisitato e declinato in mille nuove versioni: mini dress versatili, con gonne plissè stile tennis; cappotti con grafismi animalier.

Intere collezioni animalier si trovano anche da Benetton, da Persona e in tanti grandi magazzini. Testimonianza, questa, dell’arrivo della tendenza animalier nei marchi più accessibili.

http://noigiovani.it

Lascia un commento