Tempesta solare in arrivo sulla Terra: cosa c’è da sapere

Tempesta solare in arrivo sulla Terra: cosa c’è da sapere

Tra sabato e domenica, due significative eruzioni solari colpiranno il campo magnetico del nostro pianeta.

tempesta-solare-sulla-terra

Almeno secondo gli scienziati dello Space Weather Prediction Center, i quali hanno classificato la tempesta di livello G3, ovverosia “forte”, proprio a causa del fatto che le eruzioni in corso sono due, a distanza ravvicinata l’una dall’altra.

La doppia espulsione di massa coronale dal Sole potrebbe avere effetti negativi sulla rete elettrica terrestre, sulle trasmissioni radio e sui segnali Gps, ma non tali da generare il panico.

Uno dei vantaggi, invece, dal punto di vista dello spettacolo, potrebbe essere un’esposizione particolarmente intensa all’aurora boreale. Secondo gli scienziati della National Oceanic and Atmospheric Administration americana, le Northern Lights potrebbero essere visibili nella notte di venerdì anche a Sud, persino nelle città di New York, Chicago, Seattle e Washington.

Seppur rara, la doppia tempesta solare che sta per arrivare è ancora lontana dall’avere la forza necessaria per scatenare quello scenario da incubo che secondo gli scienziati si verificherebbe sulla Terra con una tempesta di livello G5: lo spegnimento completo della rete elettrica, il tilt delle comunicazioni radio e della geolocalizzazione Gps, danni ai sistemi di navigazione aerea, insomma una serie di conseguenze che costerebbero miliardi.

L’ultima tempesta di questo tipo si verificò nel lontano 1859, conosciuta col nome di The Carrington Event. In quel caso, l’eruzione solare fu così potente da percorrere l’intera distanza tra il Sole e la Terra (149.600.000 chilometri) in appena 18 ore. Le tempesta in arrivo venerdì, invece, dovrebbe essere più lenta, e impiegare circa 60 ore per compiere lo stesso tragitto.

http://noigiovani.it

Lascia un commento