Sciopero degli scrutini contro la Buona Scuola di Renzi

Sciopero degli scrutini contro la Buona Scuola di Renzi

scuolaE’ stato indetto uno sciopero degli scrutini da tutti i sindacati contro la Buona Scuola di Renzi e pare avere successo e adesioni. “Nonostante l’arroganza di molti dirigenti che pensano già di avere il potere che vorrà conferirgli Renzi, dando le loro interpretazioni sulle modalità di sciopero e mettendo anche in atto azioni antisindacali – dice Pino Iaria, coordinatore dei Cobas – i primi dati confermano che moltissime scuole stanno bloccando o bloccheranno gli scrutini”. In questi primi giorni si tratta dello sciopero indetto da Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda per le prime due giornate programmate, sono esclusi gli scrutini delle classi terminali, per le quali vanno fatti in ogni caso in vista dell’esame e che si sta facendo. Venerdì e sabato, 12 e 13 invece, scatterà in Piemonte lo sciopero indetto dai Cobas in date diverse a seconda della regione. E poiché per rendere impossibile uno scrutinio in pratica è sufficiente l’assenza di uno dei docenti, spiega Iaria “noi abbiamo anche dato indicazione di “turnare”, ovvero di non far scioperare chi ha già scioperato in questi giorni”. La conseguenza pratica del blocco? Gli scrutini ovviamente si faranno, ma in ritardo. “Parecchi dirigenti hanno programmato gli scrutini lunedì e martedì pomeriggio, quando ormai – spiega Iaria – le commissioni di maturità sono insediate, senza forzare sulla domenica”.

http://noigiovani.it

Lascia un commento