Sanzioni Ue contro la Russia: ecco cosa prevedono

Sanzioni Ue contro la Russia: ecco cosa prevedono

Dal settore dell’energia a quello della finanza, passando anche per il comparto militare e della difesa: le sanzioni dell’Unione Europea alla Russia, contenute nel documento pubblicato oggi nel giornale ufficiale dell’Ue, toccano tutti questi punti.

sanzioni.ue-contro-la-russia

Il pacchetto, concordato già lunedì scorso, è entrato in vigore questa mattina dopo la pubblicazione. Tra le principali società direttamente interessate dalle nuove misure ci sono il produttore di armi Kalashnikov e il gigante petrolifero Rosneft, a cui si impedisce di mantenere debiti a lungo termine basati su capitali europei. La stessa norma vale anche per altre società energetiche russe tra cui al Transneft e la Gazprom Neft.

Sono stati inoltre bloccati servizi russi di estrazione petrolifera e di gas nel mare Artico e nei pozzi di estrazione profonda dei territori dell’Unione ed è stata vietata l’esportazione, da parte di 9 società russe di qualsiasi tecnologia bellica oppure considerata a doppio uso, sia civile che militare.

In più, le cinque banche statali russe Sberbank, Vtb, Gazprombank, Vnesheconombank e Rosselkhozbank, non potranno più ricevere prestiti di durata superiore ai 30 giorni dalle società con sede nell’Unione Europea. Poi, da Bruxelles arrivano i divieti di viaggiare verso l’Ue e di congelare i beni a 24 persone, fra le quali spiccano i nomi di parlamentari russi e uomini d’affari, oltre a esponenti politici della Crimea.

Dovrebbero aderire all’iniziativa dell’Ue anche gli Stati Uniti comunicando una propria lista di sanzioni. Ovviemente, anche la Russia ha promesso un proprio pacchetto di misure restrittive in risposta a quanto deciso a Bruxelles.

In ogni caso, Bruxelles ha già fatto sapere che il provvedimento potrebbe essere ridimensionato o revocato se la situazione in Ucraina migliorerà.

http://noigiovani.it

Lascia un commento