Saldi estivi 2014: ecco le date di inizio regione per regione

Saldi estivi 2014: ecco le date di inizio regione per regione

L’estate, oltre a essere sinonimo di vacanza, viaggio e mare, lo è anche di shopping con i tanto attesi saldi estivi che, con molta probabilità, inizieranno il prossimo 5 Luglio. Ovviamente, l’inizio degli sconti varia da regione a regione: alcune posticiperanno la data altre, invece, l’anticiperanno dando il via ai pre-saldi.

saldi-estivi-2014

Ecco le date di inizio saldi per ogni regione:

Abruzzo: 7 Luglio (fino al 3 Settembre)
Basilicata: 7 Luglio
Calabria: 7 Luglio
Campania: 7 Luglio
Emilia Romagna: 7 Luglio
Friuli Venezia Giulia: 7 Luglio
Lazio: 5 Luglio
Liguria: 7 Luglio
Lombardia: 6 Luglio (durano 60 giorni)
Marche: 7 Luglio
Molise: 7 Luglio
Piemonte: 5 Luglio (durano 8 settimane)
Puglia: 7 Luglio
Sardegna: 6 Luglio (fino al 3 settembre)
Sicilia: 7 Luglio
Toscana: 5 Luglio
Umbria: 7 Luglio
Valle d’Aosta: 7 Luglio
Veneto: 5 Luglio (fino al 31 agosto)

Spesso, con l’avvento dei saldi, il rischio di essere truffati aumenta. Per questo motivo è bene fare molta attenzione, ad esempio, allo sconto applicato che deve essere esposto (in percentuale) sul cartellino, insieme al prezzo normale di vendita. I prodotti in saldo e quelli a prezzo pieno devono essere separati per evitare confusione di prezzo. Nel caso in cassa venisse applicato uno sconto diverso da quello esposto sul cartellino, l’acquirente dovrà comunicarlo al negoziante o dovrà contattare l’ufficio di Polizia Annonaria del Comune.

E bene ricordare, inoltre, che anche nel periodo dei saldi il cliente ha diritto di cambiare la merce difettosa (nonostante il negoziante affermi che i capi in saldo non siano soggetti a sostituzione). Il d.lgs n. 24/2002 ha infatti introdotto nel Libro IV del Codice Civile nuovi articoli (da 1519-bis a 1519-nonies) per cui ogni bene comprato da un consumatore, per uso proprio e della propria famiglia, ha una garanzia piena e assoluta di due anni (almeno un anno quando il bene è usato).

Ci sono, poi, una serie di ulteriori piccoli accorgimenti da tener presente, poiché riduzione del prezzo non significa riduzione dei diritti dell’acquirente. Ad esempio, prima dell’inizio dei saldi fate un giro per negozi così da segnare il prezzo dei prodotti di vostro interesse per valutare se con l’inizio dei saldi gli articoli costeranno davvero meno e per vedere se la merce in saldo è quella di stagione oppure un avanzo di magazzino, che dovrà essere venduto separatamente.

Dunque, il conto alla rovescia è già iniziato e, se durante questi mesi qualche soldo da parte l’avete messo, non vi resta che attendere qualche giorno per dare libero sfogo alla vostra voglia di shopping e…al portafoglio!

http://noigiovani.it

Lascia un commento