Robin Williams, il presagio della sua morte in un film

Robin Williams, il presagio della sua morte in un film

Robin Williams, suicidatosi due giorni fa, pare avesse anticipato la propria morte in un film girato nel 2013 e uscito quest’anno. Macabra coincidenza o annuncio nascosto tra le righe?

robin-williams-presagio-morte

A rivelarlo è il coordinatore nazionale di Osservatorio antiplagio, Giovanni Panunzio, che, nel visionare l’ultima pellicola interpretata dall’attore “L’uomo più arrabbiato di Brooklyn” e programmata negli Stati Uniti tre mesi prima del suo decesso, ha notato una scena inquietante. Williams fa raccontare al protagonista, Henry Altmann: “La mia lapide dirà 1951-2014″.

Questo non è l’unico caso. Già nel 1700, lo scienziato francese Abraham de Moivre, noto per la teoria della probabilità, annunciò e indovinò la data della propria morte con un calcolo matematico. Lo stesso vale per il poeta portoghese Fernando Pessoa che, nel 1800, indicò con precisione la data del suo decesso.

Nel secolo scorso, il cantante americano Warren Zevon, dopo aver composto la canzone The Factory, il cui tema erano i tumori provocati dall’amianto, morì della stessa malattia. E negli Anni 80 il rocker inglese Marc Bolan, che aveva inciso un brano che diceva “la vita è facile come cogliere volpi dagli alberi”, morì schiantandosi contro un albero: la targa della sua auto era FOX 661L.

http://noigiovani.it

Lascia un commento