Rick Hincks e i poster minimalisti che raccontano i Mondiali

Rick Hincks e i poster minimalisti che raccontano i Mondiali

Raccogliere i momenti magici e indimenticabili di tutta storia della Coppa del Mondo senza “cadere” nel banale non è un’impresa semplice. Però, il grafico Rick Hincks sembra esserci riuscito.

Rick-Hincks-poster-mondiali

Il designer britannico ha realizzato tredici poster minimalisti, in vendita nel suo negozio online, per rappresentare quelli che, a suo avviso, sono stati i gesti più belli di Brasile 2014 e della storia dei Mondiali. La porta, le linee del campo, le traiettorie dei palloni, i movimenti dei giocatori sono i punti cardine sui quali si sviluppa l’intero lavoro. Pura e semplice geometria, insomma.

Hincks ha cominciato con le squadre della Premier League per poi iniziare a “immortalare” i mondiali, sia le partite storiche (dal Gol del secolo di Maradona contro l’Inghilterra ai quarti di finale di Messico ’86, alla rete all’incrocio dei pali segnata da Del Piero nel 2006 in semifinale contro la Germania), che quelle attuali con un lavoro quasi last minute arrivato finora al barbatrucco del cambio di portiere di Van Gaal per i rigori di Olanda – Costa Rica e che, ovviamente, comprende una simpatica rivisitazione del morso di Suarez a Chiellini.

Le realizzazioni di Rick Hincks sono roba per veri appassionati del genere. Il calcio c’entra certo, ma sono l’arte e la creatività le peculiarità principali di queste opere.

http://noigiovani.it

Lascia un commento