In foto il fashion blogger Francesco Barcello

In foto il fashion blogger Francesco Barcello

Professione fashion blogger: quando è l’uomo a dettare moda

Negli ultimi anni, in Italia, il mondo della moda è stato preso d’assalto da figure assolutamente normali che, con alle mani una buona macchina da presa, con creatività e passione, si sono imposte sulla scena fashion internazionale arrivando, persino, a dettare le regole dello stile e a sedere in front row alle migliori passerelle.

Fashion blogger - Francesco Barcello

In foto il fashion blogger Francesco Barcello

La figura in questione è quella del fashion blogger. E se solitamente sono le donne a rappresentarla (che in questo settore forse sono anche troppe!), sta prendendo velocemente piede anche la figura dell’uomo. E, a differenza di quanto si crede,  la scena maschile dei fashion blogger è abbastanza nutrita e anche interessante e degna di nota.

Come per le donne, anche per gli uomini il fashion blogging può essere un ottimo spunto per capire quanto poco di predefinito e schematico possa esserci nella costruzione del proprio stile. Ovviamente, non bisogna prendere per “oro colato” tutto ciò che viene suggerito o che gli stessi fashion blogger citano come “must have” poiché, a volte, si tratta di pubblicità più o meno velata. E poi è necessario tenere in considerazione il fatto che non sempre quello che viene indossato e che appare bellissimo indossato a un fashion blogger (quasi sempre palestrato e statuario…), possa dare lo stesso effetto su tutti.

Tra i fashion blogger “storici” più quotati in Italia c’è Filippo Fiora, uno dei primi maschietti ad avvicinarsi al fashion blogging only for man con il suo blog The Three F; Mariano Di Vaio, modello, attore e fashion blogger, il suo blog MDV Style è in assoluto tra i più seguiti per quanto riguarda moda maschile; Tommaso Rosati, che ha fondato il marchio Glam Clothing e nel suo blog This is me! propone outfit low cost.

Tra le new entry, invece, spiccano i nomi di Pierluigi Musco e del suo blog Papillon, Riccardo Onorato, che nel suo blog Guy overboard propone outfit decisamente sportivi con spunti punk rock, e Francesco Barcello, presente nel mondo del fashion blogging da qualche anno, appassionato di moda propone nel suo blog Tuck’n'Chic accostamenti classici arricchiti da dettagli fashion ed eleganti.

La loro presenza sul web, la loro voglia di diffondere il concetto di moda e stile, nasce con l’intento non solo di farsi notare (a fin di bene, ovviamente!) ma anche, e soprattutto, di dare consigli utili per migliorare il look dei loro seguaci.

Proposte che, in ogni caso, bisogna contestualizzare adattandole alla propria indole e al gusto personale: unico modo per non risultare quasi ridicoli e, soprattutto, sentirsi a proprio agio. E chi pensa che per essere fashion basti accostare colori improbabili o generi diversi, sbaglia! Quando uno stile funziona è solo in virtù dell’equilibrio e dell’armonia che si instaura tra i vari capi e non certo perché deliberatamente si decide di infrangere le regole con l’obiettivo di essere notati a qualsiasi costo.

Maria Antonietta Vadalà

http://noigiovani.it

Lascia un commento