Pillola addio, arriva il chip contraccettivo da installare sotto pelle

Pillola addio, arriva il chip contraccettivo da installare sotto pelle

Niente pillole o farmaci da assumere per bocca, cerotti o dispositivi vaginali. Arriva il chip contraccettivo composto da un chip che si mette sotto pelle e un telecomando che lo controlla.

chip contraccettivo

La novità è di questi giorni e vuole che il contraccettivo del futuro sia costituito da un piccolo microsistema impiantabile, un chip, da posizionare sotto la pelle dell’addome o dei glutei, che rilascia una piccola dose di ormone impedendo così una gravidanza.

Il chip contraccettivo, sviluppato dai ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (Mit), ha una validità di ben 16 anni e potrebbe arrivare sul mercato dal 2018. Già questa è una notizia estremamente nuova e importante, ma a questa si somma il fatto che il dispositivo potrà essere controllato in modalità “wireless”: sarà quindi la donna su cui è stato impiantato a decidere se “fermare” il rilascio dell’ormone nel momento in cui desidera avere un bambino e iniziare così una gravidanza.

Una vera e propria rivoluzione, quindi, che potrebbe cambiare completamente i metodi contraccettivi attualmente utilizzati. Un lavoro estremamente importante, che pare sia sostenuto anche da Bill Gates, sostenitore del progetto.

Il chip è alto e largo 20 millimetri e profondo 7 mm e può essere impiantato dove si vuole. Inoltre “avrà un prezzo competitivo” affermano i creatori. La tecnologia del chip si basa un involucro ermetico a copertura del serbatoio dell’ormone: grazie ad un impulso elettrico da una batteria interna, l’involucro si scioglie e consente, ogni giorno, il rilascio di un piccolo quantitativo di ormone.

Circa la sicurezza del chip i ricercatori stanno lavorando per evitare che venga attivato o disattivato da persone diverse dalla donna che ha impiantato il dispositivo.

Inoltre, questo chip contraccettivo potrebbe anche essere utilizzato in alcune patologie, che necessitano nella terapia il rilascio giornaliero di una quantità di ormone. La sperimentazione va avanti e presto potrebbero arrivare ulteriori dettagli in merito a questo innovativo metodo contraccettivo che ha tutte le carte in regola per essere rivoluzionario.

http://noigiovani.it

Lascia un commento