Perché si formano i crateri in Siberia?

Perché si formano i crateri in Siberia?

Com’è ben noto, pochi giorni fa alcuni crateri misteriosi sono comparsi nella tundra siberiana. Gli ultimi due sono stati trovati ieri, abbastanza distanti dai primi due, uno nella penisola di Yamal e l’altro nella regione di Kransoyark sulla penisola di Taymyr.

perché si formano i crateri in siberia

Ma perché si formano questi crateri?

Nonostamte siano stati portati all’attenzione dei media solo recentemente, questi buchi non sono novità, bensì un fenomeno poco studiato e documentato. Secondo gli scienziati impegnati sul caso, tutti i crateri individuati finora dovrebbero essersi formati negli ultimi due anni. E addirittura per uno di questi si conosce il momento esatto della sua creazione: il 27 Settembre 2014, quando diversi testimoni del luogo ricordano il fumo e un flash che provenivano proprio dall’area dove poi è stato trovato il cratere, a sostegno della teoria più accreditata, secondo cui i fori sono causati dall’esplosione di depositi di gas naturale.

Con molta probabilità, a causare queste esplosioni sarebbe il riscaldamento globale degli ultimi anni, anche se c’è chi sostiene che si tratti addirittura di un’attività aliena, tesi, questa, che ha rilanciato sul web trame “complottiste”. Come quelle secondo le quali la Terra sarebbe attraversato da una fitta rete di cuniculi i cui terminali sarebbero appunto questi crateri che compaiono anche in altre zone del pianeta. E c’è anche chi ricorda che proprio in Siberia, nel 1908, precipitò un asteroide che colpì la località di Tunguska.

In ogni caso, per comprendere più a fondo le dinamiche del processo sono già in corso studi di approfondimento, dal momento che le voragini scoperte fino ad oggi sono state trovate da pastori del luogo e manca, quindi, una ricerca più sistematica che potrebbe rivelarne molti altri.

http://noigiovani.it

Lascia un commento