Norma bavaglio contro le intercettazioni, aiuto alle mafie?

Norma bavaglio contro le intercettazioni, aiuto alle mafie?

>>>ANSA/RIFORME: RENZI, BASTA LOGICA DEL NO, SIAMO QUELLI DEL "SI PUÒ"La maggior parte degli italiani mostrano indignazione in questi giorni.  l’Ncd guidato da Alfano e dai suoi sodali propone altra norma bavaglio contro le intercettazioni. Nello specifico riguarda chi pubblica materiale raccolto all’insaputa dell’interlocutore. Insomma un altro provvedimento non utile alla giustizia ma a chi la teme. In un periodo in cui la corruzione e la criminalità dilagano ci si aspetterebbe che le misure per aiutare le indagini vengano aumentate e potenziate, ma a quanto pare ciò in Italia ormai è solo un miraggio. Ecco alcune dichiarazioni di Nicola gratteri, procuratore aggiunto a Reggio Calabria, in un’ intervista al Fatto quotidiano, nella quale definisce le norme sui processi penali proposte alla Camera “Un grande regalo ai criminali”. “Noi sproniamo continuamente i cittadini a collaborare con lo Stato nella lotta alle mafie, chiediamo che denuncino, che non siano omertosi. È davvero molto grave lanciare il messaggio che lo Stato adesso vuole l’opposto, ovvero punire l’ imprenditore che ha la prontezza di registrare col cellulare chi lo minaccia o gli chiede il pizzo. Anche perché gli avvertimenti avvengono una volta sola, poi arrivano le bombe. Questa proposta è un grande deterrente per chi vuole aiutarci nella lotta alle mafie: non vi è maggiore tutela del privato”. Ovviamente in molti sperano che tali norme non vengano assolutamente approvate.

http://noigiovani.it

Lascia un commento