Milano, Olio di palma? E’ stato demonizzato

Milano, Olio di palma? E’ stato demonizzato

olio-di-palmaSebastiano Banni, professore di Fisiologia molecolare all’università di Cagliari, intervenuto  a Milano a un evento organizzato da Epoa, European Palm Oil Alliance, piattaforma di discussione nata per promuovere un punto di vista equilibrato e non ideologico sugli aspetti nutrizionali legati all’utilizzo di olio di palma in ambito alimentare, ha chiarito quanto sia stato esagerato “demonizzare” l’ uso dell’ olio di palma. “Il consumo medio di olio di palma in Italia “è stimato attorno a poco più di 2 grammi al giorno, mentre di olio di oliva ne consumiamo circa 40. Non esistono alimenti buoni o cattivi e non bisogna mai demonizzarne o esaltarne alcuno. E’ solo una questione di equilibrio fra diversi nutrienti. Il nostro Paese – è stato ricordato – è il secondo importatore continentale di questo grasso dopo i Paesi Bassi, con 1,7 milioni di tonnellate nel 2014, il 19% in più rispetto all’anno precedente. Circa due terzi dell’olio di palma importato in Italia é impiegato nella produzione di energia, mentre la percentuale rimanente è utilizzata dall’industria alimentare (21%, secondo Aidepi), cosmetica e per l’igiene domestica e di mangimi animali. “Gli acidi grassi contenuti nell’olio di palma – prosegue Banni – sono solo una parte minoritaria di quelli assunti da ogni organismo all’interno di una dieta standard occidentale: molti altri prodotti contengono concentrazioni significative di acidi grassi e di acido palmitico, come i latticini e la carne rossa, e vengono assunte quotidianamente in quantitativi maggiori rispetto all’olio di palma. In tutto solo il 3% dell’acido palmitico che assumiamo viene dall’olio di palma”.

http://noigiovani.it

Lascia un commento