Lo Hobbit Un viaggio inaspettato – il 13 dicembre nei cinema

Lo Hobbit Un viaggio inaspettato – il 13 dicembre nei cinema

La saga di Tolkien è una delle opere di maggior successo della letteratura epica moderna. Una storia che ha colpito tutto il mondo ed è entrata nell’immaginario collettivo di una generazione di appassionati alla lettura, ragazzi e non avidi di storie mozzafiato, avventura, e romanticismo dando vita ad una vera e propria cosmogonia rilanciando con vigore lo stile fantastico in questa epoca caratterizzata dal realismo e dal nichilismo.

Peter Jackson, autore della trilogia de Il Signore degli anelli, ritorna sul luogo del delitto con la storia che introduce alcuni personaggi della saga.

Lo Hobbit racconta la storia di Bilbo Baggins. Egli, insieme ad una compagnia di 13 nani e al mago Gandalf il Grigio, si reca nel regno di Erebor per recuperare il tesoro sorvegliato dal drago Smaug. Durante il viaggio la compagnia si imbatterà in molti pericoli, come orchi e goblin, mentre Bilbo si ritroverà catapultato nella tana di Gollum, ove entrerà in possesso dell’Unico Anello, oggetto dal quale dipende il destino dell’intera Terra di Mezzo.

In realtà pare che il regista neozelandese fosse intenzionato già dagli anni novanta ad una riduzione cinematografica del romanzo, ma per una questione di diritti fu costretto ad optare su Il Signore degli anelli, senza l’introduzione necessaria de Lo Hobbit. Si tratta in realtà di quello che viene chiamato un prequel, ovvero una storia che precede la saga narrata nella Terra di mezzo che vede tra i suoi protagonisti re Aragorn e Frodo Beggins.
Protagonisti di questa avventura sono Martin Freeman e Ian McKellen. L’attore britannico torna ad impersonare Gandalf, il mago, mentre Freeman vestirà i panni del giovane hobbit Bilbo Beggins (ruole che nella saga era di Ian Holm).
Su questo film, che finalmente vede la luce, ci sono state molte ombre e quasi la sensazione che fosse un ambizioso progetto destinato a naufragare, tanto che in un primo momento la regia era stata affidato al talentuoso Guillermo Del Toro, autore messicano dell’apprezzato “Labirinto del fauno”, mentre successivamente, ed in seguito ad una travagliata pre-produzione, è tornata nelle mani di Jackson. Si tratta della prima parte di una nuova serie composta da tre prequel, e questo Hobbit, potrebbe essere un nuovo successo per Peter Jackson e per la sua favolosa compagnia tolkeniana, per la prima volta con il nuovo sistema in 3D.
Certo è che nel corso degli anni trascorsi dal primo episodio cinematografico la sua popolarità è cresciuta di giorno in giorno. Jackson è l’autore più vicino alla cosmogonia visionaria e avventurosa di George Lucas, che fu il primo regista a riportare in auge un genere altrimenti dimenticato e sottostimato come l’epica cavalleresca e fantastica. Chi dentro il proprio cuore è rimasto un eterno ragazzo non vede l’ora di entrare nel cinema e tuffarsi a capofitta in questa storia di maghi di nani e di altre visioni fantastiche.
Il film uscirà in Nuova Zelanda il 28 novembre, come Paese apripista e arriverà in Europa il 12 dicembre.

L’uscita italiana è per il 13 dicembre prossimo.

La seconda parte della storia “The Hobbit: The Desolation of Smaug” è prevista per il dicembre 2013.

http://noigiovani.it

Lascia un commento