Lavoro: scuola, previste 33mila assunzioni tra docenti e personale Ata

Lavoro: scuola, previste 33mila assunzioni tra docenti e personale Ata

Partiranno il prossimo mese di Settembre le assunzioni in ruolo per il 2014 – 2015 di oltre 33 mila docenti e personale Ata nella scuola. Ad annunciarlo è stato il Ministero dell’Istruzione che ieri ha avuto un incontro con i sindacati.

assunzioni-docenti-personale-ata

In particolare – ha informato la Flc-Cgil al termine dell’incontro tra Ministero e sindacati – sono in corso di autorizzazione 28.781 assunzioni di docenti (15.439 su posto comune e 13.342 su sostegno) e 4.599 di personale Ata (ausiliari, tecnici e amministrativi). In totale, dunque, quasi 33mila e 700 posti che significano tanto per chi attende un posto fisso da anni.

La ripartizione per ordine di scuola e provincia verrà resa nota la prossima settimana e sarà corsa contro il tempo per le nomine entro il primo Settembre 2014. Nella prima settimana di Agosto dovrebbe essere definita la ripartizione effettiva dei docenti per ordine di scuola e per tipologia di posto e pubblicato il decreto con le istruzioni operative. Per quanto riguarda il personale Ata sarà necessario aspettare qualche giorno in più in considerazione che la pubblicazione dei trasferimenti è prevista per il 4 Agosto.

I numeri sulle assunzioni nella scuola avrebbero però deluso gli stessi sindacati: “Si tratta di numeri (pari al solo turnover) molto inferiori”, ha infatti osservato il sindacato, “alle effettive disponibilità di posti e in particolare per i docenti su posto comune sono circa il 58%, per i docenti di sostegno circa l’82% e per gli Ata circa il 35%”.

La Flc ha fatto sapere di aver ribadito nell’incontro la richiesta di assunzione su tutti i posti liberi, in applicazione del dl 104/14, “per garantire le procedure di stabilizzazione che sono al vaglio anche della Corte di giustizia europea e sollecitata l’emanazione dell’atto di indirizzo oltre alla richiesta di tenere in considerazione gli ulteriori pensionamenti determinati dai mancati mantenimenti in servizio e dalla norma su Quota 96”.

http://noigiovani.it

Lascia un commento