Lavorare con il web: 5 professioni in ascesa

Lavorare con il web: 5 professioni in ascesa

Tra i lavori in ascesa, quelli incentrati sul web sono i favoriti. Social media manager, web designer, addetti Seo, tutte figure che fino qualche anno fa non rientravano tra quelle i cui guadagni venivano considerati “accettabili”. Ma quanto si guadagna oggi con il web?

lavorare con il web

Tutte queste professioni dalla denominazione rigorosamente anglofona, sono solo alcuni dei mestieri spuntati dal nulla in seguito allo sviluppo esponenziale di internet. Mestieri precari, come ha evidenziato una recente inchiesta dell’Espresso che ha messo in luce la nascita di una nuova classe: i proletari digitali ma pur sempre lavori remunerati in un’epoca in cui il lavoro non c’è.

Sempre più persone lavorano ormai dietro le quinte del world wide web. Un esercito di lavoratori che si ingrossa ogni giorno e le cui competenze (forse sarebbe il caso di dire “skills”) sono sempre più richieste dal mercato del lavoro. La società di web marketing Spadari Consulting ha stilato una classifica – rilanciata da Spot & Web – dei posti di lavoro più retribuiti in questo settore, che continua a crescere.

Quali sono i lavori più retribuiti del web?

In cima si posizionano, come d’altronde capita in comparti economici più tradizionali, gli ingegneri. Sono loro che costruiscono i siti e le applicazioni, che trasformano i codici in interfecce, che permettono alla rete di funzionare. Il loro stipendio medio a livello mondiale sfiora i 100.000 dollari annui (circa 73.000 euro). Per avere un’idea dell’importanza di questo tipo di professionalità nell’universo di internet basti pensare che una società come Whatsapp dà lavoro a soli 50 dipendenti di cui ben 32 sono ingegneri.

Al secondo posto della classifica si trovano gli esperti di user experience con uno stipendio medio di 83.000 dollari. Il loro compito è quello di studiare i siti e le applicazioni per capire come renderle più comode da usare e intuitive per gli utenti, che tutto accettano ma non perdere tempo durante la navigazione.

Seguono gli addetti al commercio online che si vedono recapitare in busta paga 74.000 dollari in media. Più o meno quanto i Web analist, il cui compito è studiare il comportamento degli utenti per provare a intercettarne i bisogni. Intorno ai 70.000 dollari incassano i professionisti della promozioni come gli addetti al marketing e al pay per click, particolare metodo di pubblicità online.

Scendendo nella classifica si trova il search engine optimizator (Seo) ovvero la persona che si occupa di ottimizzare il posizionamento sui motori di ricerca di un sito. In fondo alla graduatoria, ma sempre con stipendi di tutto rispetto, si collocano i creativi: l’addetto alla pubbliche relazioni, il social media manager e il web designer percepiscono un salario che si aggira intorno ai 50.000 dollari.

infografica-lavori-web

E in Italia com’è la situazione? Ovviamente, gli stipendi sono ben più bassi di quelli dei paesi dove si paga di più, Stati Uniti in testa. Ma non scoraggiamoci: può voler anche dire che il settore ha ancora ampissimi margini di crescita.

http://noigiovani.it

Lascia un commento