Idee e trucchi per risparmiare soldi

Idee e trucchi per risparmiare soldi

risparmiare-soldi

Nonostante la difficoltà economica in cui perversa la Nazione, il popolo italiano è fatto di coccio e va avanti. Lo Spirito è buono, e almeno quello non ce lo leva nessuno.
Stipendi tra i più bassi d’Europa, tasse in aumento e forme di lavoro discutibili, l’italiano medio sopravvive.
La principale seccatura da affrontare è quella di arrivare a fine mese, specialmente con una famiglia a carico, ma dignitosamente, si escogitano delle idee per venirne fuori ugualmente, e senza farsi mancare niente. Ci si adatta insomma.
Tra spesa, benzina, viaggi e shopping si sono elaborate delle idee anti-spreco. Eccone qualcuna che permette di risparmiare.

La spesa. Secondo un’indagine di Coldiretti/SwgPer effetto della crisi il 60 per cento degli italiani per risparmiare ha cambiato il modo di fare la spesa“. La prima cosa è una caccia sfrenata al volantino delle offerte, perchè alcuni prodotti sono più convenienti in un supermercato, piuttosto che in un altro, piuttosto che al mercato del quartiere. Pianificare poi la lista della spesa: prima di uscire è necessario annotare i prodotti da acquistare, in modo tale da non essere indotti a prendere qualcosa che non è prevista (se passate dal bancone delle merendine e vi viene “voglia di qualcosa di buono”, giratevi dall’altra parte e proseguite). Optare per ricette di cucina facili, veloci, gustose e low-cost, oppure riscoprire le ricette della nonna, dai bolliti agli spezzatini, dove si utilizzano tagli della carne meno conosciuti che possono essere acquistati a prezzi estremamente convenienti senza rinunciare alla qualità. Boom dei gruppi di acquisto solidale, che ormai sono giunti nella maggior parte delle città, dove vi è un approccio critico al consumo e favoriscono le persone e le relazioni.
Il top sarebbe avere un orto, e recentemente è molto in voga averne uno sul terrazzo di casa, per chi non dispone di spazi all’aperto. E quindi coltivazione “fai da te” di lattughe, pomodori, piante aromatiche, peperoncini, zucchine, melanzane, ma anche di piselli, fagioli, fave e ceci da raccogliere all’occorrenza, perchè si tratta di piante adatte alla coltivazione in vaso.

La benzina. Affinchè le automibili vadano ad energia solare ce ne vuole e quindi tocca pagare ancora accise su accise. Ma anche qui qualche trucco per risparmiare non guasta. Ad esempio, evitare le brusche accelerazioni, poichè la guida sportiva sarà anche divertente e adrenalinica, ma comporta un maggiore consumo di combustibile. Raggiungere una velocità media costante, riducendo le accelerazioni. Spegnere il motore durante le soste prolungate e fare attenzione al climatizzatore: quando si raggiunge la temperatura desiderata, spegnere l’impianto di raffrescamento/riscaldamento per evitare di richiedere al motore un lavoro extra.

I viaggi. On the road, perchè no? vuoi trascorrere un week-end nella città del Giglio? “Domani ore 18:30 partenza da Bologna per Firenze! 2 posti disponibili!!!” È questo un annuncio tipo che è possibile trovare su uno dei vari siti di carpooling italiani, previa iscrizione. Inoltre è possibile aderire ai gruppi e ricevere delle mail con le indicazioni sul prossimo viaggio. Il termine inglese carpooling, corrisponde in italiano ad auto di gruppo, e indica una modalità di trasporto che consiste nella condivisione di automobili private tra un gruppo di persone, con il fine principale di ridurre i costi del viaggio. Questo servizio è un punto di incontro fra chi cerca e chi offre passaggi in auto per risparmiare, inquinare di meno e fare nuove amicizie.

Lo shopping. La passione per lo shopping è una passione costosa, e miete le sue fashion victim.
Oltre ad essere nate diverse grandi catene di abbigliamento low-cost, la tentazione di comprare il pullover accanto è sempre forte. È opportuno quindi scegliere capi multitasking, ovvero capi versatili, che permettono tanti abbinamenti diversi, o che possono avere un senso sia in mise eleganti che casual. Anche su internet ci sono una miriade di siti che propongono vestiti con grosse percentuali di sconto, e qui bisogna acquistare con moderazione, perchè il prezzo dei capi solletica molto. Ultima novità sono gli gli swap party, cioè lo scambio dei vestiti. Si tratta del concetto di riciclo che sta spopolando tra le ragazze in Italia. Tramite Facebook, siti e passaparola, ci si ritrova a casa di qualcuno e qui avviene lo scambio di pantaloni, gonne, scarpe, bigiotteria e altro ancora. L’ideale sarebbe farlo a ridosso del cambio di stagione così quando quell’abitino che piaceva tanto avrà perso appeal si potrà scambiarlo con una sfiziosa giacca di jeans.

http://noigiovani.it

Lascia un commento