I migliori Carnevali del 2013: da Venezia ad Acireale

I migliori Carnevali del 2013: da Venezia ad Acireale

Il “Carnevale, quando arriva arriva“, alludendo ad un famoso spot pubblicitario, ed è sempre festa. Il suo arrivo segna il momento in cui ogni gerarchia decade per lasciare spazio al riso e allo scherzo. Le sue origini sono antichissime, risalgono a più di 4000 mila anni fa, ai tempi degli egizi, i primi ad  ufficializzare una tradizione carnevalesca, con feste, riti e pubbliche manifestazioni in onore della dea Iside, che presiedeva alla fertilità dei campi e simboleggiava il continuo rinnovarsi della vita. Per arrivare alle feste dionisiache dei greci e ai saturnali dei romani, in cui il “caos sostituiva ogni ordine costituito”. Ma la personificazione vera e propria del carnevale in un essere umano o in fantoccio risale, invece, al Medioevo. Arrivano poi Arlecchino, Meo Patacca, Pantaleone, Brighella, Pierrot e Pulcinellam, alcune delle popolari maschere della tradizione italiana.

Ma oggi il Carnevale è un vero e proprio tripudio di colori e di maschere, che riempie di allegria le strade in cui si vedono sfilare su imponenti carri allegorici di cartapesta che fanno il verso alla politica, alla nostra attualità e che inevitabilmente coinvolgono e lasciano a bocca aperta grandi e bambini.

Carnevale di Viareggio
La tradizione della sfilata dei carri a Viareggio risale al 1873 con le carrozze addobbate a festa nella storica Via Regia, nel cuore della città vecchia. Quest’anno in occasione del 140esimo anniversario, Viareggio prepara una manifestazione in grande stile.
Per un intero mese dal 3 febbraio al 3 marzo la città si trasforma nella fabbrica del divertimento tra sfilate di giganti di cartapesta, feste notturne, spettacoli pirotecnici, veglioni, rassegne teatrali, appuntamenti gastronomici e grandi eventi sportivi mondiali.
L’edizione di quest’anno, si aprirà nel ricordo di Giorgio Gaber: a dieci anni dalla sua scomparsa la Fondazione Carnevale vuole dedicare il Corso Mascherato d’Apertura al cantautore.
Protagonista dei giganteschi carri è la satira politica con i leader dei principali schieramenti, presi di mira dai Maestri carristi. Non manca neppure l’ex consigliere regionale del Lazio Franco Fiorito.
Una delle grandi news dell’edizione 2013 del Carnevale di Viareggio è sicuramente il Carneval Night, delle feste notturne carnevalesce in programma sulla Terrazza della Repubblica.
Il Carnevale di Viareggio si evolve e arriva anche in rete attraverso i social network con il progetto “Carnevale 2.0“. Per aggiornamenti sono attivi un blog e i profili su diversi social network, grazie ai quali gli utenti potranno interagire, commentare, condividere e conversare sulla manifestazione.


Carnevale di Venezia
Il Carnevale 2013 di Venezia sarà il Carnevale del colore perché ogni colore comunica e suscita un’emozione e aquesta ciascuno di noi associa uno stato d’animo. I colori sono quanto di più soggettivo vi sia, e condividono con lo spirito del Carnevale l’infinita varietà e il numero dei mascheramenti, a loro volta, corrispondendo alle nostre infinite diverse attitudini.
La kermesse è iniziata il 26 gennaio e si prolungherà fino al 12 febbraio: tre settimane di appuntamenti tradizionali come il Volo dell’Angelo, la Festa delle Marie, la Festa veneziana sull’acqua a Cannaregio, ma anche i colpi di scena che saranno introdotti via via che la manifestazione entrerà nel vivo.
Uno dei più importanti Carnevali al mondo, si animerà di appuntamenti culturali che spazieranno dalla musica al circo, dalla gastronomia al cinema, dalla scienza al teatro. Infine anche quest’anno in Piazza San Marco ci sarà il “Gran Teatro di San Marco“, la struttura realizzata in partnership con Expovenice, che resterà allestita per tutta la durata della kermesse.
Per quanto riguarda l’aspetto più “social”, nove studenti cafoscarini, in collaborazione con Venezia Marketing & Eventi, seguiranno il carnevale veneziano tra social e immagini. Il gruppo, in stretto contatto con la Direzione artistica del Carnevale di Venezia, racconterà minuto per minuto su Facebook, Twitter, Youtube, Instagram e Radiocafoscari gli eventi noti e meno noti della kermesse veneziana.


Carnevale di Fano
Il Carnevale di Fano, in programma il 27 gennaio, 3 e 10 febbraio, quest’anno sarà doppio: ce ne sarà uno solo per i bambini ed uno, quello classico, per intere famiglie. Poi ci sarà il lancio di dolciumi dai carri ed un’area di sosta tutta dedicata ai camper. Inoltre, gli ospiti nazionali, iniziative culturali e tanto altro ancora. Il Carnevale dei bambini è in programma durante tutte e tre le domeniche del periodo. Ad assistere alla sfilata dei carri anche ospiti del mondo dello spettacolo come, ad esempio, Paolo Cevoli, che quest’anno verrà nominato sindaco della città del Carnevale. Ma a Fano, quest’anno ci saranno anche le brave atlete della nazionale femminile di basket sorde, che a luglio parteciperanno alle olimpiadi per non udenti che si terranno a Sofia, in Bulgaria.

Carnevale di Putignano
Il Carnevale di Putignano è il carnevale più noto della Puglia e uno dei più antichi d’Italia: la tradizione ne fa risalire le origini al 1394.
Sono ancora in vita diversi riti tradizionali, come La Festa dell’Orso che si svolge ogni anno, il 2 febbraio, giorno della Candelora, in cui va in scena una vera e propria performance, che ha come protagonista un orso, legato al Carnevale da alcune capacità magico – divinatorie che la tradizione popolare gli attribuisce.
Altrettanto caratteristico è l’appuntamento della Estrema Unzione di Carnevale, da sempre abbinato a quello, cronologicamente successivo, del Funerale di Carnevale.
Niente satira politica per Putignano che quest’anno invece omaggerà Federico Fellini con sette carri dedicati a sette film del celebre regista. La festa continua anche la sera con le Propaggini: per 6/7 ore di fila, decine di poeti dialettali si alternano sul palco della piazza cittadina per declamare versi satirici in rima contro i politici, i potenti e determinate abitudini sociali. L’attacco diretto e sfrontato si alterna con messaggi allusivi di natura sessuale, sempre e comunque al fine di propiziare un futuro migliore.

Carnevale di Acireale
Con la sua straordinaria spettacolarità, quello di Acireale è ormai conosciuto come “il più bel carnevale di Sicilia“. Le sue origini sono antichissime e risalgono al XVII secolo, quando squadroni di contendenti duellavano lanciandosi uova marce. Con il passare degli anni il Carnevale acese si è andato sempre più raffinando grazie anche alla simpatia degli “abbatazzi”, poeti di strada che si sfidavano nelle piazze della città improvvisando rime e brevi poesie. Nell’Ottocento viene introdotta nella tradizione carnevalesca di Acireale la “cassariata”, una sfilata di carrozze trainate da cavalli riservate ai nobili, che lanciavano confetti agli spettatori. L’edizione 2013 è iniziata il 26 gennaio e durerà fino al 12 febbraio.

http://noigiovani.it

Lascia un commento