The Hairy Legs, la rivincita delle gambe pelose

The Hairy Legs, la rivincita delle gambe pelose

Dopo il selfie Aftersex, dopo la sciocca tendenza del sellotape selfie , una moda dilaga sui social network: pubblicare foto di sé stesse che mostrano le gambe…non depilate.

The Hairy Legs

Ebbene, nel bel mezzo del periodo estivo, alcune donne hanno scelto di riporre lamette, creme e cerette nel cassetto e seguire la nuova tendenza che arriva direttamente da Londra, attraverso un progetto nato inizialmente su una pagina Tumblr e a cui ha fatto seguito il club The Hairy Legs, tradotto: il club delle gambe pelose.

Ideata con l’intento di incoraggiare le donne ad accettare la propria bellezza al naturale (anche quando si tratta di peli!), l’iniziativa della blogger britannica Sarah sta spopolando sulla stampa internazionale e sui social media.

The-Hairy-Legs-1

Tra le pioniere della protesta pelosa anche la blogger spagnola Paloma Goñi che porta avanti la sua lotta contro gli stereotipi: “Le donne dovrebbero imparare a convivere con i peli sul corpo”. Molti si ricorderanno di lei come colei che ha scelto di non depilarsi gambe e ascelle per 7 mesi pubblicando online le foto del risultato.

La tendenza delle gambe pelose sta guadagnando un largo seguito anche su Facebook. La pagina The Women Against Non-Essential Grooming (WANG), “Le donne contro la depilazione non essenziale”, ha raggiunto più di 1500 membri. La loro missione, come spiegato nel profilo, è sdoganare l’immagine trasmessa dei media: dalla perfezione delle modelle (molte volte photoshoppate) sulle riviste agli scatti rubati alla celebrity sulla spiaggia.

Certo, il proposito dal quale è partito il progetto è più che valido. Però ancora non è ben chiaro se si tratti di una sorta di inno al femminismo o, semplicemente, della mania per l’autoscatto da condividere sui social network. E nell’era in cui “se non condividi non esisti”, il dubbio è più che lecito.

M.V.

http://noigiovani.it

Lascia un commento