Dai campi di calcio al gioco in Rete: i morsi di Suárez diventano un videogioco

Dai campi di calcio al gioco in Rete: i morsi di Suárez diventano un videogioco

Ieri, durante il secondo tempo di Italia-Uruguay, Luis Alberto Suárez ha morso l’azzurro Giorgio Chiellini.

i morsi di Suárez

Le motivazioni che possono aver spinto il giocatore uruguaiano a tale gesto, sono diverse: un attacco improvviso di fame, una sorta di modalità animale che si attiva nei momenti di crisi, come spesso accade nei cartoni animati quando un personaggio ha fame e vede l’amico trasformarsi in un cosciotto di pollo.

In ogni caso, la stella del Liverpool non è nuovo ad “attacchi” del genere: con questo, è già al terzo morso che dà a un giocatore nel corso di una partita di calcio. Tant’è che, dopo il morso del 21 Aprile 2013 a Branislav Ivanović, il lato oscuro di Suarez era stato immortalato in un videogioco.

i morsi di Suárez-chielliniDopo l’attacco a Chiellini, torna alla ribalta il gioco in Rete che ironizza sul comportamento dell’attaccante dell’Uruguay e di cui, ovviamente, è il protagonista. Lo scopo del gioco è far mangiare all’attaccante uruguaiano cibi commestibili (almeno dal nostro punto di vista!) che, di volta in volta, diventano sempre più impegnativi, evitando di fargli mordere anche gli avversari. Tutto questo in round di 30 secondi.

La buona riuscita della partita sta, appunto, nel raggiungere il punteggio più alto (dato dal numero dei morsi!), nel minor tempo possibile e senza scambiare un panino per la testa di un avversario. E con Suárez il rischio di confusione è sempre in agguato.

http://noigiovani.it

Lascia un commento