Cosa fare contro le scottature solari: 5 rimedi naturali

Cosa fare contro le scottature solari: 5 rimedi naturali

Cosa fare contro le scottature solari?
La prima risposta ovvia sarebbe non stare sotto il sole.
Per l’esattezza sarebbe meglio non esporsi durante le ore più calde che vanno dalle 11 alle 16.
a seconda risposta ovvia sarebbe usare la crema solare. Tuttavia può accadere di dimenticare di mettere la protezione solare resistente all’acqua, perché un cielo nuvoloso ci spinge a credere che i raggi del sole siano innocui oppure si acquista un livello di protezione che non è adatto al proprio fototipo. Sottovalutando queste situazioni, però, si rischia di ritrovarsi eritemi solari,  arrossamenti o anche vesciche.
Le zone del corpo più colpite dai raggi del sole sono il decolleté, la schiena e le braccia. Un’esposizione eccessiva ai raggi solari provoca un vero e proprio processo infiammatorio caratterizzato da un iniziale arrossamento, edema, vasodilatazione e sensazione di colore e, poi, dalla comparsa di vescicole, desquamazione e malessere generalizzato. I sintomi scompaiono nel giro di una settimana, anche se le zone colpite rimangono sensibile per un altro po’ di giorni. Meglio dunque prevenire e non rovinarsi le vacanze.

Ma se proprio la scottatura dovesse scappare, ecco qualche rimedio naturale per idratare e lenire le zone scottate.

Aloe vera: il primo rimedio consigliabile è il gel di aloe che ha un effetto rinfrescante. Dopo la doccia, applicare sulla pelle l’aloe come se si trattasse di un doposole.

Calendula: si tratta di una pianta dalle spiccate proprietà idratanti, capace anche di nutrire pelli secche e screpolate, facilmente arrossabili, pelli che presentano lievi ustioni. Le creme a base di Calendula giovano all’equilibrio della pelle migliorandone l’idratazione, favorendone il rinnovamento cellulare e la circolazione del sangue. Particolarmente indicata per le scottature sul viso.

Parietaria: è un’erba dalle proprietà antinfiammatorie, lenitive e cicatrizzanti. Se la scottatura è lieve, quindi, le applicazioni di un unguento alla parietaria sono miracolose.

Patata: è un ottimo rimedio contro le scottature, siano esse dovute al fuoco che al sole. È sufficiente applicare una fetta di patata cruda sulla scottatura per avere un’immediata sensazione di freschezza. Si deve tenere almeno 15 o 20 minuti. Questo eviterà anche l’insorgere di vesciche.

Frutta e verdura: buoni benefici si possono ottenere con gli impacchi di cetriolo, melone o lattuga. Per ottenere il succo del cetriolo e del melone bisogna frullare la polpa e filtrarla con un colino a maglie strette in un contenitore, applicando poi il liquido con un batuffolo di cotone. Usando l’insalata come rimedio invece è necessario bollire prima qualche foglia, scolare l’acqua in un recipiente e lasciare a riposo. Una volta raffreddato, utilizzare il liquido per realizzare delle compresse da applicare sulle scottature con l’aiuto di ovatta.

Anche l’alimentazione può aiutare il processo di guarigione. Come sempre l’ideale è mangiare tanta frutta e verdura e bere molto acqua per mantenere l’organismo adeguatamente idratato.

http://noigiovani.it

Lascia un commento