Corti in Metro, aspettando il Milano Film Festival

Corti in Metro, aspettando il Milano Film Festival

Corti in Metro, aspettando il Milano Film FestivalArriva una bella novità per la 18esima edizione del Milano Film Festival. Prima dell’avvio della rassegna cinematografica, che partirà dal 5 al 15 settembre, i corti si potranno guardare in metro.

Giovedì 29 e venerdì 30 agosto, nell’inedita cornice della stazione metropolitana Garibaldi, saranno proiettati i cortometraggi più belli e apprezzati delle passate edizioni del festival: animazioni e avventure straordinarie, storie appassionanti di paesi lontani e racconti brevi, ideali per chi ha voglia di fare un break o per chi vuole prepararsi ai 10 giorni di festival.

Aspettando il Milano Film Festival, si potranno vedere e rivedere i corti più originali, esilaranti, tristi, surreali, spiazzanti e divertenti della storia del Milano Film Festival, in uno spazio diverso, la stazione M2 Garibaldi, a disposizione di tutti i passeggeri ATM.

Storie da farci rimanere a bocca aperta, come una dichiarazione d’amore sulla ruota panoramica (Anna di Ruben Pest), le sperimentazioni video di Nicolas Provost (Gravity), Jasper Elings (Sharing a Beautiful Sunset) e Naren Wilks (Collide-O-Scope), la comicità moraleggiante di Martin Jones e dell’uomo sull’albero Yvan Attal (At Dawning) e quella sorprendente di Borja Cobeaga (Un novio de mierda), le barriere linguistiche di Barnabas Toth (Vonaton), il thriller animato di Max Porter (Something Left, Something Taken), l’essenzialità del disegno di Kajsa Naess, premiato ad Annecy (Deconstruction Workers).

La lista dei corti.

Centro nevralgico del festival sarà come sempre il Teatro Strehler di Milano, con il suo Sagrato, e il Teatro Studio, al quale si affiancheranno il Parco Sempione, vera e propria piazza del festival, e altri luoghi in città, che si animeranno per 11 giorni di cinema, musica e incontri con ospiti e registi internazionali.
La 18esima edizione prosegue il percorso iniziato dai due direttori Alessandro Beretta e Vincenzo Rossini, che anche quest’anno curano un festival attento alle nuove produzioni e al cinema indipendente, che presenta circa 200 opere per tracciare un percorso tra le più coraggiose cinematografie nazionali, raramente visibili in sala, tra anteprime internazionali e incontri con i talenti emergenti.

Programma
Il programma prevede il concorso lungometraggi, aperto solo a opere prime e seconde di registi provenienti da ogni parte del mondo, il tradizionale concorso cortometraggi, riservato a registi under 40, la seconda parte di Italia 80, la retrospettiva dedicata al cinema italiano degli anni ottanta (tra i maggiori successi dell’edizione 2012), con proiezioni, ospiti e lezioni di cinema; la nona edizione della rassegna Colpe di Stato, che indaga il sistema di potere nel mondo, The Outsiders (che raccoglie anteprime e eventi speciali), il Focus Animazione con la tradizionale maratona di corti al Parco Sempione, un focus dedicato al cinema che racconta l’ambiente, l’appuntamento per i più piccoli con il milano film festivalino, gli appuntamenti di musica con i concerti sul Sagrato, workshop e masterclass per professionisti e per il grande pubblico.

http://noigiovani.it

Lascia un commento