Consegnati i David di Donatello, amore tra Mattarella e Tarantino

Consegnati i David di Donatello, amore tra Mattarella e Tarantino

david donatelloSono stati consegnati ieri sera i David di Donatello, gli “Oscar del cinema italiano”. A fare gli onori di casa per la prima volta Sergio Mattarella che saluta Quentin Tarantino, finalmente a Roma per ritirare due David degli anni passati per Pulp Fiction e Django Unchained. Nel suo discorso il presidente Mattarella ha ricordato il valore culturale del Cinema e le eccellenze italiane nel mondo e non manca di mettere in evidenza le difficoltà che stiamo vivendo :” Occorre mantenere o riaprire i tanti Cinema Paradiso sparsi per l’Italia – ha detto – e portare al cinema il pubblico dei più giovani. Temo che per contrastare questa crisi non basterebbe il suo Mr. Wolf, Tarantino”. Battuta, quella finale che ha fatto sorridere anche Quentin e che detta dal rigido Mattarella è stata del tutto inaspettata e davvero ironica. Passiamo ai premiati, Alla cerimonia di consegna che si è svolta al teatro Olimpico di Roma, trionfo per “Anime nere” ha vinto nelle seguenti categorie: miglior film, migliore regia, migliore sceneggiatura (Francesco Munzi, Fabrizio Ruggirello, Maurizio Braucci), migliore produttore (Cinemaundici e Babe Films, con Rai Cinema), migliore autore della fotografia (Vladan Radovic), migliore musicista (Giuliano Taviani), migliore canzone originale (“Anime nere”, interpretata da Massimo De Lorenzo, musica e testi di Giuliano Taviani), miglior montatore (Cristiano Travaglioli) e miglior fonico di presa diretta (Stefano Campus). Difficile poter fare di meglio. Il David come miglior regista esordiente è andato a Edoardo Falcone per “Se Dio vuole”, mentre Margherita Buy è stata premiata come migliore attrice protagonista per “Mia madre”, accanto a Elio Germano, che ha ottenuto il riconoscimento come miglior attore protagonista per “Il giovane favoloso”, di Mario Martone. Il David come miglior attrice non protagonista è andato a Giulia Lazzarini per “Mia madre”, mentre quello al miglior attore non protagonista è andato a Carlo Buccirosso per “Noi e la Giulia”. La statuetta per il miglior film straniero è andato a “Birdman” di Alejandro Gonzales Inarritu, mentre il David per il miglior documentario di lungometraggio è andato a “Belluscone. Una storia siciliana” di Franco Maresco. Il David Giovani infine è stato assegnato a “Noi e la Giulia” di Edoardo Leo.

http://noigiovani.it

Lascia un commento