Come evitare i crolli nervosi e vivere bene

Come evitare i crolli nervosi e vivere bene

Ritmi di lavoro forsennati, richieste e preoccupazioni continue. E poi stress su stress, progetti rimandati e attese infinite. Insomma, di questi tempi la salute mentale è un bel po’ a rischio.

evitare i crolli nervosi

E tra le abitudini di molti, ve ne sono quattro che, alla lunga, potrebbero diventare una seria minaccia alla stabilità psicofisica.

Cattiva pianificazione

Si fissano obiettivi quasi del tutto irraggiungibili, si programmano traguardi al di sopra della nostra portata e si decide di fare l’impossibile per poterli raggiungere. Niente di più sbagliato. E’ molto più produttivo fissare “mete” modeste, minori ed eseguibili, il che non significa sminuirsi o partire da una bassa considerazione delle proprie potenzialità, ma al contrario affrontare la questione in modo maturo: cioè decidere di fare qualcosa per farla davvero.

Molto spesso, infatti, la pianificazione si mescola ai sogni dimenticando che, proprio in quel momento, occorre restare concreti, con i piedi per terra. E se le ambizioni facilmente realizzabili possono sembrare mediocri, non vuol dire che lo siate anche voi.

Dormire poco o niente

Non si dorme più. Non si dorme mai. O si dorme male. Colpa di uno stile di vita troppo intenso o di impegni eccessivi? Le conseguenze della privazione di sonno sono note: maggiore esposizione allo stress, scarsa motivazione, performance fisica ridotta, sonnolenza, stanchezza generale.

Praticare uno sport che non piace

La finalità dello sport è il divertimento. Ovviamente, una componente di fatica e dolore è presente anche lì, ma non è l’obiettivo finale. Se andare in palestra o a correre non vi piace, allora non andateci. Sentitevi liberi e scegliete un’attività fisica che vi appassioni, liberi la mente e vi faccia venire voglia di praticarla anche se è faticosa.

Vade retro routine

La famiglia, la coppia, il lavoro, una casa e una città più o meno fisse; il giro di amici è più o meno lo stesso, le attività extralavorative mai nuove. La cosa migliore da fare, in questo caso, è un minimo di variazione controllata. Cambiare la strada per andare al lavoro ogni tanto. Variare la serata della pizza con gli amici, oppure la pizzeria o la meta delle vacanze.

Anche se sembra poco, bisogna sempre tener conto che cambiamenti importanti sono piccoli!

http://noigiovani.it

Lascia un commento