Attraversamenti Multipli 2013, il Festival che narra i temi della contemporaneità attraverso l’arte

Attraversamenti Multipli 2013, il Festival che narra i temi della contemporaneità attraverso l’arte

Attraversamenti Multipli è un festival creato da Margine Operativo che si interroga sulle relazioni tra linguaggi artistici contemporanei e il presente. Nell’edizione 2013 propone un percorso di eventi artistici attenti alle sperimentazioni in atto nella scena del contemporaneo e alla relazione tra arte e spazi pubblici.

Attraversamenti Multipli 2013

Il percorso di Attraversamenti Multipli 2013 è accompagnato dalla parola PRESAGI e dall’ immagine di un deserto e di un albero ostinato: una figura che nasce nel segno della precarietà e dell’ incertezza economica. PRESAGI di un’arte rivolta al futuro che continua a generare atti, pensieri, azioni.

L’ edizione 2013 di Attraversamenti Multipli si sviluppa nella metropoli di Roma attraverso quattro giorni di eventi artistici:

- 13 e 14 Dicembre a Centrale Preneste Teatro, due eventi serali di performance e spettacoli;
- 21 e 22 Dicembre a Largo Spartaco e piazza S. Maria Consolatrice, due giorni dedicati alle performance urbane e alla relazione tra arte e spazi pubblici in due mercati all’ aperto.

Spettacoli e performance che hanno accettato la sfida di confrontarsi con i “grandi temi” della contemporaneità inventando modi originali di narrazione. Opere e artisti che intrecciano tra loro codici artistici diversi dal teatro alla letteratura dalla danza al video.

Il festival è affronta diversi temi:

- la resistenza come condizione esistenziale, politica, economica affrontata nello spettacolo Solo Andata” di Bartolini e Baronio con la partecipazione dello scrittore Erri De Luca, un confronto serrato tra teatro e letteratura;

- lo sguardo sul mondo del lavoro: proposto dallo spettacolo L’ eremita contemporaneo – Made in Ilva” di Instabili Vaganti, una composizione drammaturgica originale basata sulle testimonianze degli operai dell’ ILVA di Taranto intervistati dalla compagnia. “Made in Ilva” è la prima volta che viene presentato a Roma;

- le relazioni: I rapporti tra le persone, e la relazione tra il corpo in scena e l’ immagine sono i fulcri intorno ai quali ruota la performance Hand Play di 7 – 8 chili che viene presentata per la prima volta a Roma;

- la “fragilità” della vita: affrontata nelle performances “Accidentes gloriosus 1 e 6″ di Giulio Stasi, un progetto performativo legato al tema della morte e della rinascita. Questi due capitoli si svolgono in due “spazi scenici” particolari: il n. 1 in una macchine e il n. 6 in un furgone;

- la rabbia: nella performance “Puzzle 2″ di Margine Operativo, un puzzle che si compone attraverso il video, la musica e il corpo performativo. Un gioco attraverso cui guardare e ricreare il mondo;

- le fiabe al tempo della crisi sono il tema proposta in “C’ era una volta” di Ondadurto Teatro, una performance urbana, un pezzo di mondo incantato catapultato in un contesto cittadino, tra macchinari e contaminazioni tecnologiche in una performance surreale e poetica.

Attraversamenti Multipli 2013 rinnova la scelta di proporre eventi in spazi diversi: il quartiere del Quadraro e di Casal Bertone  vengono coinvolti con delle performance urbane che, in questa edizione, si inseriscono negli spazi di due mercati biologici e all’aperto. Questi mercati da anni propongono prodotti a km zero, e iniziative su un “altro consumo”. Attraversamenti Multipli vuole contribuire con i suoi eventi a valorizzare la funzione di “piazza sociale” dei mercati, presentando performance site specific focalizzando l’ attenzione sulle relazioni possibili tra azione artistica e spazi che le ospitano.

Il festival, come nelle edizioni precedenti, ripropone l’ingresso gratuito agli eventi continuando a sostenere, anche nel tempo della crisi, il diritto all’ accessibilità alla cultura.

Programma

Venerdì 13 Dicembre

CENTRALE PRENESTE TEATRO
Via Alberto da Giussano 58, Pigneto

dalle h. 20 alle h. 23
spazio open – performance per 5 spettatori alla volta
GIULIO STASI / ROSABELLA TEATRO
Accidente glorioso 1 – Accidente de coches
di Mauro Andrizzi e Marcus Lindeen
ideazione e regia Giulio Stasi
con Elena Cucci / Jun Chikawa
Un incidente stradale visto dagli occhi del primo testimone oculare
durata 5 minuti – ogni 15 minuti la performance viene ripetuta

h. 21 – sala teatro – spettacolo
BARTOLINI / BARONIO
RedReading #3 – SIAMO SOLO ANDATA
appunti per un viaggio con ERRI DE LUCA
con Michele Baronio, Tamara Bartolini, Carmen Iovine
e la partecipazione di Erri De Luca
drammaturgia Tamara Bartolini, Carmen Iovine
canzoni Michele Baronio e Sebastiano Forte – suono Michele Boreggi
co-produzione Sycamore T Company – collaborazione: Terranulllius Narrazioni Popolari
viaggiano con noi Re Do e Pier Paolo di Mino
RedReading #3 nasce dal desiderio di trovare un dialogo tra alcuni libri dello
scrittore Erri De Luca, dal provare a camminare dentro i suoi paesaggi dell’anima.
durata: 70 minuti

dalle h. 20 alle h. 23 – sala nera – video
MARGINE OPERATIVO + BOOMERANG FEST
= Movie =
Il braccio violento del precario + Un killer per il presidente +
I will survive + L’ uomo nero + La vendicatrice
video realizzati da: Margine Operativo
con la complicità di: cs Spartaco e Garage Zero
produzione: Boomerang Fest
Movie racchiude una serie di corti realizzati nel 2013 nella metropoli di Roma.
Opere video che attraversano generi cinematografici diversi, spaziando dall’ action
movie al noir, dal thriller al western.

Sabato 14 Dicembre

CENTRALE PRENESTE TEATRO
Via Alberto da Giussano 58, Pigneto

h. 20.30 – sala nera – performance
MARGINE OPERATIVO
PUZZLE 2 – gioco di visione
ideazione: Alessandra Ferraro e Pako Graziani
performer Andrea Cota e Michele Baronio
con in video : Davide Ferraro Graziani
musica originale: Andrea Cota – video: Pako Graziani
un gioco attraverso cui guardare il mondo
durata: 15 minuti

h. 21 sala teatro – spettacolo
INSTABILI VAGANTI
L’Eremita contemporaneo – MADE IN ILVA
regia Anna Dora Dorno
con Nicola Pianzola voce e canti Anna Dora Dorno
musiche Anna Dora Dorno – Daniele Bove – Alessandro Petrillo – Andrea Vanzo
Composizione drammaturgica originale basata sugli scritti e le testimonianze degli
operai dell’ILVA di Taranto intervistati dalla compagnia.
durata 50 minuti

h.22 – sala nera – performance
MARGINE OPERATIVO
PUZZLE 2 – gioco di visione

h. 22.30 – sala teatro – performance
7-8 CHILI
Hand Play
ideazione e coreografia: Davide Calvaresi
interpreti: Davide Calvaresi, Giulia Capriotti osservazione: Valeria Colonnella
Inteatro Produzione – progetto Teatri del Tempo Presente
Hand Play è la terza fase di un progetto di ricerca sul rapporto tra corpo e
immagine. Con stile ironico e dissacrante riflette sulle dinamiche relazionali tra un
uomo e una donna
durata: 30 minuti

Sabato 21 Dicembre

Largo Spartaco, Quadraro
Mercato Semi Urbani

dalle h. 10.30 alle h. 13.30 – performance per 8 spettatori alla volta
GIULIO STASI / ROSABELLA TEATRO
Accidente glorioso 6 – Fotografo de accidents
di Mauro Andrizzi e Marcus Lindeen
traduzione, ideazione e regia Giulio Stasi
con Giulio Stasi , voce Elena Cucci
La passione compulsiva di un fotografo per scattare fotografie ad incidenti stradali,
arte istantanea ai suoi occhi, sculture create in pochi secondi. Sotto i tuoi occhi.
durata 15 minuti – ogni 30 minuti la performance viene ripetuta

Domenica 22 Dicembre

piazza S. Maria Consolatrice, Casalbertone
Mercato Terra Terra

dalle h. 10.30 – alle h. 13.30 performances urbane
ONDADURTO TEATRO
C’era una volta – actions
regia: Marco Paciotti ideazione: Marco Paciotti, Cristian Paraskevas, Lorenzo Pasquali
con: Chiara Becchimanzi , Daniele Ginnetti, Lorenzo Pasquali, Dario Vandelli , Giulia
Vanni, Giorgia Marras – Macchine: Massimo Carsetti e Lorenzo Pasquali -
Produzione: Ondadurto Teatro – Coproduzione: Mirabilia Festival (Italy) / FiraTàrrega
(Spain) / UteClassenKulturmanagement (Germany)
Un pezzo di mondo incantato catapultato in un contesto cittadino, tra macchinari e
contaminazioni tecnologiche in una performance surreale.

Per maggiori info: www.attraversamentimultipli.it

http://noigiovani.it

Lascia un commento