Arriva dagli Usa Verily, il primo magazine femminile “photoshop free”

Arriva dagli Usa Verily, il primo magazine femminile “photoshop free”

“Le caratteristiche uniche delle donne, siano le zampe di gallina, le lentiggini o un fisico non duro-come-una-roccia, sono elementi che contribuiscono alla bellezza femminile e dovrebbero essere celebrati, non modificati o rimossi”.

 verily magazine

Con la ferma intenzione di celebrare le donne reali, Ashley Crouch e i co-fondatori Kara Eschbach e Janet Sahm del magazine Verily, hanno inaugurato una decisiva inversione di tendenza dal trend imperante, arrivando anche a bandire photoshop dalle fotografie che pubblicano.

Giunto al suo terzo numero, Verily è il primo magazine americano femminile completamente “photoshop free”. Come i suoi “vicini di banco”, ha tutto quello che ci si aspetta da una rivista femminile: servizi di moda, articoli giornalistici e approfondimento culturale. Ma non pubblica mai foto modificate a computer.

Realizzato da un team di sei ragazze under 30, tutte professioniste con esperienze nel mondo dell’editoria e della moda, Verily si rivolge a donne tra i 18 e i 35 anni rispecchiando la celebrazione della bellezza reale anche nei modelli, come quelli scelti per presentare la moda “Runway To Realway” nel numero di Novembre/Dicembre del mensile, che non sono modelle di professione ma professioniste del settore pubblicitario, letterario e di marketing. Anche i servizi moda rispondono alle esigenze delle donne reali, emerse dall’indagine condotta attraverso i social media, traducendo modelli di abiti e accessori visti sulle passerelle di Tommy Hilfiger, Rochas o Miu Miu, in abbigliamento dai prezzi accessibili, in vendita nelle grande catene spagnole Zara e Mango, o quella svedese H&M.

Il risultato è, insomma, una rivista che mette in mostra la bellezza nella sua genuinità senza proporre un mondo che altera e influenza la percezione di tutto e del possibile; un mondo che qualcuno nell’editoria dedicata alle donne ha deciso di sovvertire dicendo la “verità”.

Verily, ovviamente, non è l’unica rivista che propone un modello femminile alternativo. Infatti, nel 2012 in Inghilterra è nato SLink, magazine dedicato alle modelle curvy. E nel Giugno 2011 Vogue Italia ha dato alle stampe una copertina memorabile in cui sono state fotografate tre sensuali modelle con il titolo: “Belle vere”. Ma, ahinoi, la tentazione al ritocco è sempre in agguato.

http://noigiovani.it

Lascia un commento