Andrea Della Puppa e la “simpatica” battuta sugli zingari

Andrea Della Puppa e la “simpatica” battuta sugli zingari

“Cosa si lancia ad uno zingaro che sta affogando? La moglie e i figli”. Battuta infelice degna di una mente che, probabilmente, lo è altrettanto.

andrea-della-puppa

Non a caso, a postarla su Facebook, con l’intento di far ridere, è stato il segretario di Maserada della Lega Nord Andrea Della Puppa.

Una gaffe? Difficile pensarlo dal momento che, poco tempo fa, il leghista era uscito con un’altra simpatica sparata condividendo un fotomontaggio in cui veniva citata l’ex ministro Cécile Kyenge, pallino indiscusso degli esponenti del Carroccio, e la sua esortazione ad accogliere con calore gli immigrati, accompagnata dalla foto di Adolf Hitler e di un lanciafiamme, insieme con la scritta: “E allora diamogliela, per Dio!”.

Immediata la presa di distanza da parte di Luca Zaia, governatore veneto, che ha affermato: “Condanniamo nella forma più assoluta questo modo di agire e di dire. Questo non è il pensiero della Lega, è un atteggiamento di inciviltà che nulla ha a che vedere con il pensiero della Lega”, invitando poi l’interessato a scusarsi: “Della Puppa si scusi pubblicamente e la direzione della Lega assuma i provvedimenti conseguenti”.

Di fatto, a modo suo, si è scusato eliminando il post dal suo profilo Facebook e scrivendo alcune righe in cui giustificava il gesto. Un gesto che, mi sa, gli è costato caro…a tal punto da dimettersi.

http://noigiovani.it

Lascia un commento