Amsterdam non è solo di Maria

Amsterdam non è solo di Maria

Viaggio o Trip? Questo è il dilemma.

Ebbene si, perché quando si pensa di organizzare un viaggio divertente e spensierato, Amsterdam è la prima città che viene in mente. Meta ambita del turismo giovanile,  conta ogni anno migliaia e migliaia di ragazzi che alla soglia dei 18, e non solo, con zaino in spalla, sono pronti ad affrontare un viaggio che è segno di emancipazione. Giovani che giungono da lontano nella terra promessa per fumarsi in santa pace lo “spinello legale” che, in realtà, tanto legale non è.

Il consumo di droghe leggere ad Amsterdam è soltanto tollerato, infatti è possibile consumare solo un quantitativo ben preciso di cannabis all’interno dei coffeshop.  Il Gedoogbeleid, meglio conosciuta come politica della tolleranza, introdotta nel paese con la Opiumwet nel 1976, prevede che la vendita di una quantità inferiore ai cinque grammi per cliente ed il possesso di quantità fino a trenta grammi non siano perseguite dalla legge. Dal 1 Gennaio 2012, però,  è iniziata un’inversione di rotta: in alcune province olandesi, gli stranieri non possono più acquistare marijuana nei coffeshop e, a partire dal 2013, le restanti, inclusi quindi i coffeshop di Amsterdam, dovranno adeguarsi al divieto.

E ora che si fa? Niente panico, c’è tutta una città da scoprire!

Amsterdam, luogo incantevole, è considerato uno dei maggiori centri rinascimentali europei. Sorge tra i canali del fiume Amstel, attraversati da 600 ponti in pietra che uniscono più di 90 isole, ricorda un po’ la nostra Venezia. Amsterdam non è un centro grandissimo, ma si presta ad essere vissuta e vista da più prospettive.

Una volta arrivati, la prima cosa da fare è noleggiare una bicicletta. Ci sono molti noleggiatori e venditori in tutta la città e le piste ciclabili sono ovunque: le due ruote sono il mezzo più utilizzato. Ma volendo si può girare a piedi sfruttando i mezzi pubblici che sono molto efficienti oppure optando per una romantica crociera lungo i canali.

Il passo successivo è decidere un itinerario da seguire per conoscere e visitare la Venezia del Nord.

I musei rappresentano una delle principali attrazioni turistiche della capitale olandese.  Dal 23 Settembre, dopo un grande lavoro di ristrutturazione, ha riaperto il Museo Stedelijk, il più importante dell’arte moderna e contemporanea nei Paesi Bassi. Accoglie le Opere di artisti del calibro di Van Gogh, Kandinsky, Soutine, Chagall, Matisse, Mondrian, Malevich, Beckmann, Pollock, e sono esposte seguendo un criterio cronologico e tematico insieme, che dona all’occhio del visitatore una visione inedita.  La zona dei Musei non è molto distante del centro di Amsterdam. Qui si trovano concentrati lo Stedelijk, il Van Gogh Museum, dedicato al grande artista olandese, il Rijksmuseum, il museo nazionale ospitato nello splendido palazzo che chiude la Musemstrat.

Il centro cittadino è simile ad una mezza ruota: i raggi sono rappresentati dalle strade principali, dai canali minori e dal fiume. Qualsiasi strada scelta, conduce nel centro storico, il Dam, un tempo la piazza del mercato, in cui domina il Palazzo Reale e altri edifici di grande interesse, come la Nieuwe Kerk. Qui è possibile fare un pausa rilassante assaggiando un muffin in un caffè, pranzare in ristorante chiccoso, fare shopping ai grandi magazzini De Bijenkorf o visitare il celebre museo delle cere Madame Tussauds.

Ai forti di cuore e ai curiosi, è bene ricordare che nel centro della città si trova il Red Light District, quartiere che prende il nome dai neon rossi che illuminano le vetrine in cui le prostitute si mostrano per attirare i clienti. Quindi, ai più puri, occhio all’angolo in cui girate!

I percorsi possibili ad Amsterdam sono diversi e quanto scritto non vuole essere un elenco di cose da vedere o seguire, poiché le variabili da scegliere sono tante e differenti. L’invito è quello di comprare una mappa della città e una guida per esplorare in base ai propri gusti ed interessi i quartieri nel modo e nei tempi che si desidera. Il viaggio è esplorazione, movimento, ricerca. Al bando i pregiudizi. Ognuno deve scoprire il proprio viaggio e non quello di qualcun altro.

Comunque sia non dimenticare il tuo astuccio con cartine e carta da filtro, è risaputo che l’erba del vicino è sempre più verde.

Buon viaggio!

1 Commento

  1. Pingback: Cannabis Cup 2013: dal 24 al 28 Novembre ad Amsterdam la cannabis protagonista - Noi Giovani — Noi Giovani

http://noigiovani.it

Lascia un commento