A Torino “The Others”, l’esposizione internazionale di arte contemporanea

A Torino “The Others”, l’esposizione internazionale di arte contemporanea

Ideato per i giovani espositori in termini di qualità ed accessibilità, The Others è un osservatorio privilegiato sulla creatività emergente internazionale, un luogo di proposta culturale accogliente, sperimentale, anticonvenzionale.

 The Others - arte contemporanea

I protagonisti di The Others, infatti, sono tutti gli operatori, profit e no-profit, che lavorano continuativamente su programmi dedicati a giovani artisti: gallerie nate dopo il 1 gennaio 2009 e, indipendentemente dalla data della propria apertura, centri no-profit, associazioni e fondazioni, collettivi di artisti o curatori, artist-run-spaces, progetti editoriali, premi d’arte, residenze per artisti, scuole e accademie d’arte, librerie che si occupano di arte, spazi di design giovane ed autoprodotto, grafica d’artista che si incontrano a The Others per realizzare un focus sulla comunità globale dell’arte emergente.

Una piattaforma espositiva unica nel suo genere, nata per riunire la molteplicità delle realtà che operano per la promozione degli artisti più giovani, realtà differenti per tipologia, obiettivi, programmi e mezzi espressivi – cui raramente sono dedicate iniziative di promozione collettiva – ma tutte accomunate dallo spirito di ricerca e di valorizzazione delle energie creative emergenti. Una significativa occasione di visibilità e al contempo un fondamentale luogo di incontro e di scambio di esperienze, contatti e progetti; confronti che sono alla base dello sviluppo di network professionali e attivatori di virtuose sinergie fondamentali per la crescita dell’intero sistema artistico contemporaneo.

Una sede affascinante, l’ex carcere Le Nuove, e orari di apertura serali – dalle 18:00 alle 01:00 – completano una formula che si è affermata come nuovo format di promozione dell’arte e al contempo offrire al pubblico il rinnovato piacere della scoperta delle voci più nuove e delle energie più prorompenti del panorama artistico.

Dotata di una performing area allestita nell’affascinante teatro dell’ex-carcere – sede deputata per incontri, presentazioni, performances teatrali e musicali, proiezioni video, musica dal vivo e dj set – e di bar e punti ristoro organizzati negli ex laboratori che si affacciano sul giardino centrale, Le Nuove rappresentano l’imprescindibile luogo di incontro e ritrovo di tutti gli artlovers e del pubblico più giovane, il cuore pulsante della settimana dell’arte contemporanea torinese.

Fin qui la storia, ora l’attualità e il futuro.

La fiera quest’anno, che si svolgerà dall’8 al 10 Novembre, ha deciso di scommettere sulla cura e sulla ricerca qualitativa dell’intero progetto; il rapporto con la direzione artistica – composta da Olga Gambari direttore e da un comitato scientifico formato da Roberta Pagani e Stefano Riba è un confronto volto ad avere il migliore risultato possibile comune.

The Others, per sua natura, esplora nuovi territori, cerca di porsi come avamposto, come antenna. E quindi non si spaventa di dichiarare che la formula tradizionale delle fiere rischia di essere un concetto anacronistico, che non registra la vera situazione del sistema dell’arte emergente. Così The Others cambia pelle, con coraggio e un pizzico di follia, e dà ascolto a tutte quelle realtà per le quali è nata e alle quali si rivolge.

Protagonisti sono gli spazi dinamici e vitali, i veri incubatori della creatività, intesa in senso aperto, che stanno alle regole del gioco e si mettono in gioco. A loro ci rivolgiamo, quelli cercavamo, e per quelli diventiamo qualcosa che non è più una fiera, ma un happening culturale costituito da un insieme di mostre e abbandonando definitivamente la parola “stand”.
Così si fa BOOM!, e così si respinge l’idea di crisi, che attanaglia, che pronunciano tutti, che blocca ogni cosa.

The Others ci crede, e invita ciascuno a presentare la propria idea di BOOM!, proponendo un progetto, un artista, un lavoro. A ogni espositore viene chiesto di dare un titolo all’allestimento che presenta all’interno della cella a lui riservata. Sarà una parola che diventerà ulteriore declinazione del tema di The Others. Quel BOOM! che vuole essere una risposta alla crisi, all’immobilismo, alla lamentela costante (sui dizionari, tra i contrari della parola “crisi”, appare proprio Boom). Opporre artisti, progetti, opere, curatori e operatori diversi alla crisi. Per metterla in crisi, semplicemente creando un luogo pieno di energia, proposte, ricerca. Che è ciò che ci piace dell’arte: la sua possibilità infinita di riflettere, sovvertire, proporre pensiero e inventare futuro.
E allora BOOM!

The Others è promosso dall’Associazione The Others e organizzato da Ventundodici Srl.

Sede: ex carcere Le Nuove, via Paolo Borsellino 3, Torino

Periodo: 8 – 10 Novembre 2013

Orari: dalle 18.00 alle 01.00

Ingresso: € 5

Per maggiori info: www.theothersfair.com

http://noigiovani.it

Lascia un commento